Home » Slalom » SAVERIO MIGLIONICO ABBANDONA IL CIS

SAVERIO MIGLIONICO ABBANDONA IL CIS

Si ferma ai box il campione in carica, che non difenderà il titolo italiano slalom conquistato nel 2017. Dopo il crash di Torregrotta, è il momento delle analisi e delle valutazioni.

Una scelta complicata, ma ragionata. Il pilota con la fascia tricolore indosso, saluta la compagnia a birilli. Il pensiero del potentino era già rivolto alle gare in salita, ma il cuore ancora arrideva alle domeniche con i birilli. Faceva qualcosa che gli piaceva, Saverio Miglionico. Andava più forte degli altri negli slalom e pregustava il passaggio episodico alle salite, con debutto a Morano, per le prossime settimane. Un crono-programma che lo avvinceva. Ma il destino si sa, è un ente a statuto speciale, che scrive copioni in totale autonomia. Così Miglionico impattava a muro nel primo round del Tricolore 2018, mentre era proteso al massimo sforzo per andare a prendersi la vittoria assoluta. Un colpo laterale in uscita di curva che ha provocato meno danni di quanto si pensasse all’inizio, col telaio abile ed arruolabile, ma che richiede comunque degli investimenti per ristorare la situazione. Da qui l’idea di non fare le cose di fretta, di considerare serenamente se continuare con gli slalom o se passare direttamente alle cronoscalate e con che macchina, valutando eventuali offerte convenienti. Ma per tutto questo serve tempo e metodo, che Saverio Miglionico ha deciso di adottare rigorosamente, per meglio schiarire i suoi orizzonti a medio termine.

L’ItalSlalom perde un grande protagonista delle gare con le postazioni, ma la scelta annovera in sè una visione d’insieme del programma più fruttuoso da seguire, benchè la bramosia delle gare lo colpisca: “Mi farò dare il metadone per vincere l’astinenza, commenta ironico il campione italiano in carica, ma di concerto con mio fratello abbiamo preferito fermarci e ragionare in prospettiva. La macchina fortunatamente ha meno danni di quanto sembrasse e questa è già una cosa molto importante. Più di uno mi ha offerto il proprio volante per correre, ma se poi dovesse succedere ancora qualcosa mi troverei ad aggiustare due macchine e non voglio rischiare oltre…(sorride)…la nonna diceva che quello che non succede in una vita, succede in un attimo…”

Francesco Romeo

Foto di corpo: Demetrio Vilardi e Ci Effe Ci Media

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

TILOTTA: COPPA DI CLASSE IN RS+1600

L’esordiente assoluto, conquista la coppa di classe RS Plus 1600, a traino dell’entusiasmo innescatogli dall’amico ...