Home » Rally » CIR » Scandola-D’Amore ritrovano la terra del Rally Adriatico per giocarsi il Campionato Italiano

Scandola-D’Amore ritrovano la terra del Rally Adriatico per giocarsi il Campionato Italiano

Nelle Marche il penultimo round del Campionato Italiano Rally a massimo coefficiente. Umberto Scandola e ŠKODA FABIA R5 vincitori delle ultime cinque edizioni consecutive. L’equipaggio di ŠKODA Italia occupa la seconda posizione nella serie nazionale.

Dopo la pausa estiva il Campionato Italiano Rally riprende il suo cammino nel week-end del 21- 22 settembre con il 25° Rally Adriatico sugli sterrati delle provincie di Macerata e Ancona. Una entusiasmante sfida lungo 14 prove speciali con un valore importante grazie al coefficiente 1,5. Per Umberto Scandola e Guido D’Amore una buona occasione per cercare di migliorare la propria classifica della serie, che al momento li vede in seconda posizione. Nel rally marchigiano l’equipaggio ufficiale di ŠKODA è stato protagonista assoluto nelle ultime cinque edizioni a riconferma delle qualità di FABIA R5 su questo fondo.

Si ritorna sulla terra, sinonimo di grande spettacolo. Anche quest’anno il Rally Adriatico è pronto ad accogliere nei suoi veloci sterrati i migliori piloti del Campionato Italiano “assoluto” e quelli del Campionato Italiano Rally Terra. Un mix che vede al via 47 concorrenti di cui ben 16 al volante delle R5, le vetture che lotteranno per la vittoria assoluta. Tra i piloti da battere c’è Umberto Scandola con il compagno Guido D’Amore, forti di cinque vittorie consecutive nelle ultime edizioni: tre volte con FABIA S2000 e nelle due edizioni più recenti con FABIA R5.

Per il pilota veronese il Rally Adriatico diventa una tappa fondamentale per la stagione, un’occasione fondamentale per continuare a lottare per il titolo. Dopo un secondo posto conquistato al Rally dell’Elba e due terzi posti al Rallye di Sanremo e Targa Florio l’obiettivo è di salire sul gradino più alto del podio. Un’occasione che permetterebbe di conquistare parecchi punti visto che questo rally, assieme al prossimo Due Valli a Verona, ha un coefficiente maggiorato di 1,5, contro l’uno delle precedenti sfide.

È sempre un piacere tornare a Cingoli per disputare un rally che amo molto. Amo la terra e mi  piacciono queste prove con un fondo compatto e veloce che si addice al mio stile di guida e alle caratteristiche della FABIA R5”, racconta Umberto Scandola. “Anche quest’anno siamo in lotta per il titolo italiano nonostante qualche gara sfortunata. Mi piacerebbe dare a tutti quelli che stanno lavorando su questo programma una bella soddisfazione, perché ce lo meritiamo dopo tanto impegno. Non sarà facile, quest’anno più che in passato ci sono molti piloti veloci che arrivano anche dall’estero. Nel primo passaggio noi che saremo tra le primissime vetture a transitare sulle prove, pagheremo un certo handicap sulla ghiaia, l’importante sarà rimanere vicini ai migliori per poi attaccare nella ripetizione. I distacchi saranno molto contenuti e sarà una bella battaglia fino all’ultimo dei 110 km di prove”.

Oltre che per Scandola-D’Amore il rally marchigiano diventa una tappa fondamentale anche per ŠKODA in lotta per il Campionato Italiano Costruttori. La casa Boema al momento occupa la seconda posizione a soli 3 punti dalla testa.

l 25° Rally Adriatico parte venerdì 21/9 alle ore 13:31 da Cingoli (MC). Dopo la prova speciale in diretta televisiva seguiranno altre 4 prove per un totale di 23,9 km cronometrati prima di chiudere la semitappa alle ore 19:10. Sabato 22/9 si riparte sempre da Cingoli alle ore 08:01 per 9 prove 4 e restanti 87,7 km di grande agonismo. L’arrivo con il relativo podio sempre nel paesino medioevale di Cingoli alle 19:00.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Rally Due Valli: Paolo Andreucci e la Peugeot 208 T16 devono puntare in alto per portare a casa il Campionato 2018

Ultima gara di un campionato italiano rally 2018 mai monotono, con numerosi colpi di scena ...