Home » Salita » CIVM » SCAPPA ANCHE A GASOLIO

SCAPPA ANCHE A GASOLIO

Il transfer da ottano a cetano non inibisce il pilota della Tramonti Corse, subito vincente con la Mini Diesel al Nevegal.

Cambia l’incidenza delle masse all’avantreno, cambia il peso, cambia completamente l’erogazione del cuore Diesel, ma la sua costanza nel restare ad alta quota pur con un’ altra presa di forza, resta immutata. Antonio Scappa ha conosciuto la sua nuova macchina soltanto al sabato, proprio nella prima salita di prove. Nei due stint della vigilia ha decifrato la vettura per innescare le giuste simmetrie fra i suoi automatismi di guida e le reazioni della Mini Diesel di RSD2000 . In gara ha capitalizzato esperienza e sensibilità per crescere così in prestazioni, guadagnandosi la vittoria finale, a conferma delle sue più che riconosciute qualità.

Raggiante il presidente della Tramonti Corse, Pietro Giordano: Il nostro roster non è mai stato composto da tanti piloti ma da pochi elementi di valore. Con Scappa sapevamo di assicurarci le prestazioni sportive di un pilota fra i più efficaci in assoluto del circus delle salite. Ci aspettavamo che andasse forte gia dal Nevegal e infatti così e’ stato. Lo aspetta un campionato difficile con una concorrenza esperta e temibile, ma ha le qualità per ripetersi ancora ai suoi abituali alti livelli. Intanto gli rivolgiamo i nostri più sinceri complimenti.

Contento per il risultato ma consapevole di una prestazione non ancor apicale, così Scappa ai nostri microfoni: Ho pensato a migliorare di sessione in sessione, visto che ho conosciuto la macchina soltanto al sabato. Cambia la distribuzione delle masse per via del maggior peso del motore, cambia la dinamica di guida e soprattutto cambia del tutto l’arco di utilizzazione del propulsore. Con la Diesel, rispetto alla Turbo benzina, hai circa 2000 giri di regime di coppia ottimale entro cui muoverti, così devi parametrarti per usare cambio e gas ben diversamente. Sono contento di aver vinto ma so anche che avrei potuto abbassare di una manciata di secondi ancora la mia prestazione, se solo avessi avuto più dimestichezza con la vettura. Bene comunque così, procediamo gara per gara, era importante fare bene già dal primo appuntamento e ci sono riuscito.

Francesco Romeo
Comunicazione Tramonti Corse

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Ad Alghero, top ten, vittorie di gruppo e classe per i portacolori Porto Cervo Racing

Marco Satta (Osella FA30 Zytek), Mario Murgia (Mitsubishi Lancer Evo X) e Igor Nonnis (Honda ...