Home » Salita » SCATTA DALLA 29. IGLESIAS – SANT’ANGELO IL C.I.V.M. NORD

SCATTA DALLA 29. IGLESIAS – SANT’ANGELO IL C.I.V.M. NORD

Locandina2013

Il Campionato Italiano Velocità Montagna si apre domenica 5 maggio alla gara organizzata dall’Automobile Club Cagliari, con molti pretendenti alla vittoria ed a caccia di punti tricolori.

Si aprirà alla 29^ Iglesias – Sant’Angelo il Campionato Italiano Velocità Montagna Zona Centro Nord. La gara organizzata all’Automobile Club Cagliari presieduta dall’On. Giorgio Ladu entrerà nel vivo domani, venerdì 3 maggio con le operazioni di Verifica dalle 15.30 alle 20.30 in Località Sa Stoia, la zona Industriale di Iglesias. Sabato 4 maggio giornata dedicata alle prove ufficiali, di cui la prima delle due manche inizierà alle 12.30, per permettere ai concorrenti di prendere familiarità con il percorso di gara al volante delle vetture da corsa. Domenica 5 maggio la parola passerà definitivamente i motori ed al cronometro sin dalle 9.30, orario in cui il Direttor di gara Fabrizio Fondacci darà il via alla prima vettura in gara. Al termine di gara 1, scatterà gara 2. Le emozioni della Iglesias – Sant’Angelo potranno esser seguite in diretta streaming video ed audio attraverso il sito www.acisportitalia.it , sulle frequenze di Radio Iglesias e sintonizzandosi su Sardinia TV, Televisione e radio disponibili anche sul web.


Apertura in grande stile per la massima serie tricolore dell’Automobile Club d’Italia con un elenco scritti dove figurano campioni in carica e nomi di assoluto rilievo nel panorama delle salite italiane e non solo.
In gruppo E2/M svetta senz’altro il nome del sette volte campione Italiano e quattro volte Europeo Simone Faggioli, il driver fiorentino che si schera al via del C.I.V.M. con la versione più aggiornata dello’Osella FA 30 Zytek. Vettura gemella per Diego Degasperi, l’esperto trentino portacolori Vimotorsport, finalmente passato alla classe regina delle monoposto dopo varie ed esaltanti esperienze con vari tipi di vetture. Avversari assai temibili e decisi alla battaglia tra le monoposto a ruote scoperte ad iniziare dal giovane orvietano Michele Fattorini portacolori del Trentino Team come il driver di Trento Adolfo Bottura, entrambi sulle Lola Zytek, come gli accreditati locali Marco Satta e Franco Lasia. In classe 2000 rimane fedele alla F. Master un altro trentino, Gino Pedrotti. Tra i prototipi di classe 2000 novità assoluta le due nuove versioni dell’Osella, la PA 21/S Honda per il te volte campione di gruppo CN Omar Magliona, idolo locale e portacolori Ateneo, oltre alla esordiente in Italia PA 2000 in versione E2/B, affidata per il centro nord all’alfiere Vimotorsport Christian Merli, detentore del trofeo di categoria e reduce dal successo di categoria in Austria dello scorso week end. Ma Franco Sivori con la Herbert, Sergio Farris con la Radical, Auro Siddi con la Lucchini ed Antonio Lasia con la Osella PA 21, saranno altri certi candidati al successo.

In gruppo GT due Ferrari F430 della veneta Superchallenge per l’esordiente in C.I.V.M. Bruno Jarach e l’esperto Riccardo Ragazzi. Per il gruppo E1 il bolognese Fulvio Giuliani si ricandida immediatamente con la lancia delta EVO come sempre perfettamente aggiornata dalla Fluido Corse. In gruppo A pronto a difendere il titolo 2012, ultimo di una lunga serie, il bolzanino della Scuderia Mendola rudi Bicciato, che ha appena completato la rivisitazione della sua fidata Mitsubishi Lancer EVO, nello stesso gruppo, ma adesso con la Renault New Clio di classe 2000 il triestino Paolo Parlato. In gruppo N atteso il debutto su Mitsubishi Lancer di preparazione Bicciato per l’altoatesino Harmin Hafner, che dovrà comunque battersi con due esperti locali portacolori Porto Cervo Racing come Mario Murgia e Marco Canu, rispettivamente sulla versione EVO IX e X della 4×4 giapponese dei tre diamanti. Numeri in costante crescita per il gruppo Racing Start, dove il bergamasco Mario Tacchini parte all’assalto con la Opel Corsa OPC, vettura con la quale aveva trovato un immediato feeling alla Trento – Bondone del 2012, ma tra le vetture turbo ci sarà la MINI Cooper S di Nicola Novaggio con cui duellare, mentre tra le aspirate si trovano la Renault Clio di Nicola Ruiu e di nuovo la Suzuki Swift dell’umbro Stefano Silvestrelli ora al suo secondo anno in C.I.V.M


.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

SCOLA DA RECORD A COLPI DI POWERSHIFT

Dopo il sontuoso terzo posto di Liber a Cividale, il campionissimo calabrese firma ad Erice ...