CIVM

SCOLA A SARNANO AD ALTO GRADIMENTO

Dopo cinque anni di assenza, il campione della Scuderia Ateneo torna con piacere sul percorso marchigiano, simile come identità a taluni tracciati tipici calabresi. 


Rewind Sarnano, un lustro dopo la sua ultima partecipazione che lo aveva visto sul podio assoluto ed a nove calendari dal suo  successo del , 2013 centrato sull’Osella appartenuta a quel totem assoluto delle salite che fu il nonno Don Mimi’.

Domenico Scola ritrova la sfida fra Sarnano e Sassotetto con un km e spiccioli in più e l’Osella PA21-S di casa Samo Competition con un cambio aggiornato, l’efficace versione FIRST del brand POWERSHIFT. Questa nota azienda produttrice di impianti elettronici al volante, guidata da Loris Pezzato, è da molti anni legata alla factory di Palma Campania.

Il campione cosentino ha sempre pubblicamente dichiarato la sua propensione per le salite old style, simili a quelle della sua Calabria, pertanto non può che guardare oggi con sincero trasporto al ritorno in questa crono marchigiana, che con la sua rampa accentuata, la sua estensione importante e la sua varietà di situazioni tecniche tipiche delle sfide in pendenza, è portatrice sana dell’essenza della velocità in salita. 

Oltre a tali intrinsechi motivi agonistici, per Scola questo secondo round del Civm assume particolare importanza come innesco del suo rilancio, dopo il risultato negativo contabilizzato a Fasano, tappa in cui un out tecnico al motore lo aveva privato della lotta per la vetta di classe e per il podio assoluto. 


Questo l’auspicio del presidente della Scuderia Ateneo, Agatino Pedicone, che dopo la prima sfortunata trasferta pugliese aveva subito suonato la carica, confidando nella superiore capacità di reazione del campione italiano salita del 2017. 

Comunicazione Scuderia Ateneo 

Articoli correlati

Back to top button