CIVM

SCUDERIA ATENEO: “SCOLA REAGIRÀ DA CAMPIONE”

Delusione per l’epilogo di Fasano ma piena fiducia nelle doti del pilota e della Samo Competition, al lavoro per accelerare i tempi di rientro nel Civm. Il patron Agatino Pedicone, rilancia le ambizioni del talento calabro. 


Colpo in canna, modalità ON. 

Per il campione italiano salita 2017, non è affatto andata come sarebbe potuta andare, la prima dell’ItalMontagna 2022. 

Alla vigilia di Fasano, un’ analisi largamente condivisa accreditava Domenico Scola di un potenziale podio assoluto o comunque della Top Five di giornata, se tutti o quantomeno molti dei tasselli del Tetris agonistico domenicale, si fossero incastrati secondo giustezza. 

Un proverbio calabro come il pilota, recita che il “diavolo è sempre dietro la porta” e talvolta, anche sotto il cofano. 


L’iniezione ha smesso presto di funzionare bene, sebbene tutte le prove tecniche preliminari avessero dato esito positivo, costringendo il pilota cosentino ad accontentarsi di un motore molto al di sotto delle sue reali performances di coppia e potenza. 

Domenico scola

Il Lupo della Sila è un talento di razza a parte, capace di sopperire in buona misura agli eventuali deficit di una vettura, ma con un decremento tale della forza del propulsore, non si poteva fare più di quanto ha confezionato agli scacchi della Selva di Fasano. 

Il tempo ed il risultato finale della prova d’apertura del Civm non restituiscono neanche lontanamente il grande valore del pacchetto umano-tecnico, chiamato ora ad una pronta reazione. 

La speranza e l’impegno di confezionare una PA21-S competitiva per la gara di Sarnano del primo maggio ci sono in pieno, ma dovranno fare i conti con oggettive problematiche di tempi e disponibilità di ricambi, mentre la partecipazione alla successiva gara di casa di Luzzi è assolutamente fattibile. 

Il presidente Agatino Pedicone professa totale fiducia nella capacità di Scola di sovvertire con successo la situazione, riscattandosi fin dalla prossima gara in cui sarà al via, del malevolo copione agonistico di Fasano. 


Un inciampo non vale un campo e sulle ambizioni 2022 del talento calabro e del team campano, il presidente della Scuderia Ateneo scommette senza esitazione. 

Comunicazione Scuderia Ateneo

Articoli correlati

Back to top button