Home » Salita Autostoriche » Semaforo verde per la Termini – Caccamo 2014

Semaforo verde per la Termini – Caccamo 2014

Iniziata con le verifiche la gara organizzata dall’Automobile Club Palermo. I motori si accenderanno dalle 8.30 di domenica 27 luglio sui famosi 7,1 km tra i due centri palermitani. Al via piloti noti e vetture di prestigio

Palermo 26 Luglio 2014. Con le operazioni di verifica tenutesi al Museo dl Motorismo Siciliano e della Targa Florio è entrata nella fase clou la Termini – Caccamo 2014. La competizione organizzata dall’Automobile Club Palermo e valida per il campionato Siciliano Velocità Salita è pronta ad accendere i motori, mentre le belle vetture storiche e le auto moderne ammesse hanno già animato Termini Imerese, sede del quartier generale e del paddock della gara. Domani, domenica 27 luglio, giornata dedicata all’intenso programma del ritorno della storica gara. Alle 8.30 partirà la prima salita di ricognizione per i prototipi e le auto coperte fino al gruppo E1 delle moderne, per le quali è prevista una doppia ricognizione. A seguire le categorie sport delle storiche. Quindi, ridiscenderanno tutti i concorrenti ed inizierà la manche di prove di ricognizione per tutti. Dopo circa mezz’ora dalla fine delle prove, sui 7,1 di affascinante e spettacolare tracciato transiteranno le Legend Stars, vetture di particolare prestigio che animeranno una parata dinamica. Dopo la parata avrà inizio la Termini – Caccamo 2014 ed il cronometro emetterà i verdetti dell’edizione di ritorno della competizione amata da pubblico e piloti. Gradimento confermato dall’alto numero di adesioni e dal livello degli iscritti, oltre che dal calore del pubblico che sin dalle verifiche si è riversato numeroso al Museo del Motorismo ed in zona paddock. Proprio al Museo del Motorismo Siciliano l’atto conclusivo della due giorni motoristica con la cerimonia di Premiazione dopo la fine della gara.

Tutti presenti i big della vigilia: Totò Riolo sulla Stenger BMW 2500 di 4° raggruppamento appena rivisitata, con cui l’asso di Cerda e portacolori Bologna Corse farà Km utili per il proseguimento del Campionato Italiano della specialità. Ritorno al volante per il forte palermitano dell’Island Motorsport Antonio Stagno, che come i rally ha sempre apprezzato anche le salite e sarà al via con una Alfa Romeo Giulia GTA di 1° Raggruppamento. Nello stesso raggruppamento il driver e preparatore Domenico Guagliardo che piloterà una Porsche 911. Con le BMW 2002 spiccano i nomi del giovane collesanese del Gruppo Trinacria Corse Pierluigi Fullone e di Antonio Piazza. Tra le Autobianchi A 112 il madonita Giovanni Grisanti e con la Fiat 128 il palermitano di Catania Vincenzo Barone. In 3° raggruppamento svettano anche le presenze del nisseno Roberto Lombardo su Fiat Ritmo 130 e del campano Francesco Avitabile sulla sempre ammirata BMW 320; le Porsche 911 dei palermitani Natale Mannino e Gianfranco Rappa, le Lancia Beta Montecarlo di Maurizio La Placa e Giuseppe Romano. Con l’inseparabile Opel Kadett GTE al via Alfredo Altopiano, mentre tornano sulle X1/9 da salita il locale Leonardo Cristadoro.

Ad impreziosire la competizione sarà il bellissimo tracciato che ospiterà la manifestazione, ovvero la strada statale 285 con lo start previsto al km 1+700. “Un tracciato completo e complesso” sostengono gli esperti piloti in gara, tra questi una descrizione dei 7,1 km è stata fornita da Totò Riolo che considera il percorso “tecnico e scivoloso soprattutto nei primi 3 km. Verso la metà il grip dell’asfalto aumenta, comunque, è un tracciato completo e molto bello, unanimemente apprezzato. Difficile – conclude Riolo – la giusta scelta di set-up, l’assetto non deve essere eccessivamente rigido per permettere una buona motricità. è opportuno scegliere una mescola di gomme morbida”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

LA SCUDERIA 5 SPEED CHIUDE LA CRONOSCALATA DELLO SPINO CON IN MODO POSITIVO

Nella gara aretina, valida per il CIVSA, la scuderia di San Sepolcro chiude con due ...