Home » Salita » SFIDA “EUROPEA” PER ATENEO E GIULIANI AL NEVEGAL

SFIDA “EUROPEA” PER ATENEO E GIULIANI AL NEVEGAL

Fulvio Giuliani (Ateneo - Lancia Delta Evo # 124)Il team siciliano e il pilota bolognese presenti con la Lancia Delta Evo alla gara bellunese del TIVM e del Trofeo Triveneto valida anche per il campionato austriaco e sloveno

PALERMO, 31 luglio 2013. Non solo CIVM per la scuderia siciliana Ateneo e il suo portacolori Fulvio Giuliani. Nel fine settimana del 4 agosto il pilota bolognese torna a correre in salita alla 39° Alpe del Nevegal, gara bellunese valida per il TIVM, il campionato austriaco, quello sloveno e il Trofeo Triveneto/Slovenia, dove l’alfiere del team diretto da Agatino Pedicone guida la classifica del gruppo E1. Per cercare di primeggiare sull’agguerrita concorrenza annunciata in gara, soprattutto straniera, Giuliani si schiererà al via al volante della fidata Lancia Delta Evo che cura in proprio nell’officina della Fluido Corse, una delle vetture più ammirate della specialità e in piena lotta anche per il Tricolore tra le elaborate auto della categoria.

Sono felice della bella concorrenza che troverò al Nevegal – dichiara Giuliani –. Sono anche quattro anni che non corro lì, quindi sarà una bella sfida. Inoltre sfrutteremo questo round del TIVM e del Trofeo Triveneto/Slovenia in vista dei prossimi appuntamenti del Campionato Italiano a Gubbio e alle finali di settembre. Ci stiamo preparando con qualche aggiornamento sulla ‘Carolina’, dobbiamo arrivare al meglio della forma”.

Con base a Castion e con oltre 240 iscritti, la gara veneta si disputa lungo la SP31 su un tracciato di 5500 metri dalla località Caleipo al Nevegal. Dopo le verifiche del venerdì, sabato 3 agosto le due manche di prove a partire dalle 9.30 e domenica 4 agosto il clou della gara, che prevede due salite sempre dalle 9.30.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...