Home » Salita » Si prepara il via alla 56. Coppa Selva di Fasano

Si prepara il via alla 56. Coppa Selva di Fasano

Carmelo_Scaramozzino_Lola_ZytekL’esperto Team Manager di Faenza attuale supervisore della Scuola Federale ed il sammarinese protagonista della Moto 2 del Motomondiale, tra le presenze VIP della seconda prova di C.I.V.M. Sud.

La Egnathia Corse sta per accendere il semaforo alla Fasano-Selva, quarto evento dell’Italiano Montagna. Per Vip e grandi scalatori appuntamento il 9 giugno sulla collina pugliese.

Giancarlo Minardi e Alex De Angelis piloti tra i Vip. Per la gara-spettacolo tra i Vip la Egnathia Corse ha predisposto quest’anno alcune Volkswagen Lupo Cup. Al volante di una di queste vetture sarà Giancarlo Minardi, già proprietario dell’omonimo team che, dopo aver militato in Formula 1 dal 1985 al 2005, diventò poi l’attuale Toro Rosso. Attualmente Minardi è supervisore della Scuola Federale e responsabile dei rapporti con la Scuderia Ferrari. Nella stessa gara la Egnathia ha iscritto il sammarinese Alex De Angelis, top driver della Moto 2 nel Motomondiale. Presenti anche Vip dello spettacolo, parteciperanno gli attori Roberto Alpi, Luca Capuano, Luca Cassol/Capitan Ventosa, Stefano Masciarelli e Flavio Montrucchio.

La sfida tricolore della Montagna torna a Fasano. E’ il terreno di sfida dei migliori specialisti delle corse su strada. E’ la collina, il tortuoso percorso in salita che fa della meccanica raffinata e dello spiccato talento di guida il termine di paragone per celebrare, ogni anno, la grande festa della velocità. E’ Fasano, è la Selva, quarta tappa quest’anno (seconda del Girone Centrosud) di una serie di 13 selezionate location, scelte per ospitare il Campionato Italiano Velocità della Montagna. La Coppa Selva di Fasano è giunta all’edizione numero 56, evento che scriverà il suo nuovo capitolo tra due settimane, da venerdì 7 a domenica 9 giugno. Una storia che ha attraversato un cospicuo numero di generazioni, essendo incominciata nel 1946: roba dell’altro millennio.

Di corsa, sulla Selva. La Selva è una storica località collinare, posta a metà strada tra le provincie di Brindisi (della quale Fasano fa parte) e Bari. Da sempre, è l’alternativa turistica alle spiagge del basso adriatico, sulle quali si affaccia dai 436 metri sul livello del mare: è questa la quota che si raggiunge al passaggio sul traguardo, sulla sommità del percorso di gara. Il tracciato stradale collega, nel suo tratto iniziale, la città di Fasano con quella di Locorotondo. Si parte da quota 124 metri slm, lungo la Statale 172, per procedere in direzione Selva di Fasano, che si raggiunge dopo aver superato un dislivello complessivo di 312 metri. Si devono percorrere i 5,6 Km del tracciato con una ulteriore dose di abilità, necessaria per aggirare due blocchi di chicane, posizionati nei tratti più veloci. Lo scopo è quello di migliorare ulteriormente la sicurezza. La somma dei rilevamenti, registrati nelle due manche in programma, definisce la classifica.

Al volante della Egnathia Corse. Chi guida la Egnathia Corse, società sportiva organizzatrice della manifestazione, è Laura De Mola, che dall’anno scorso ricopre anche l’incarico di assessore allo Sport al Comune di Fasano. Alla direzione del suo team la Presidente De Mola è impegnata già da 5 anni, ma la sua presenza attiva nell’organizzazione della gara copre un periodo lungo complessivamente ben 27 edizioni. “Anche quest’anno vogliamo allestire un grande spettacolo” – illustra l’infaticabile dirigente – “Lo faremo nuovamente con la collaborazione dei tanti appassionati di Fasano, che non mancano mai di fornire il loro valido apporto. La formula è quella ben collaudata dello show all’interno dell’evento sportivo, grazie all’adesione di un banda di temerari sempre numerosa: parlo dei Vip dello spettacolo, che siederanno al volante di vetture da corsa fornite dall’organizzazione, partecipando regolarmente alla gara. Mi dispiace che stavolta, tra i personaggi importanti, non potrà prendere il via il sindaco di Fasano Lello Di Bari, che peraltro vanta lunghi trascorsi da pilota-gentleman. Per una volta sarà con noi a godersi lo spettacolo al di qua del tracciato di gara.”

I favoriti del CIVM. Alla gara d’esordio del Girone Centrosud, la Luzzi-Sambucina disputata due settimane fa in provincia di Cosenza, ha vinto il giovane Domenico Scola Jr. su Osella PA21. Secondo, al volante della sua nuova Osella FA30, il fasanese Francesco Leogrande, che perciò si pone come uno dei favoriti d’obbligo nella gara di casa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: GRAZIE A CHI CI HA VOTATO

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa team ed organizzatori che hanno premiato la sua quotata lista ...