Home » Slalom » SLALOM: DEBUTTO POSITIVO PER LUZZI

SLALOM: DEBUTTO POSITIVO PER LUZZI

Quasi settanta partenti per l’evento della serie organizzata da Asa Castrovillari e dedicata al compianto Vittorio Minasi. L’idea è di farne un appuntamento stabile della velocità con le postazioni. Di seguito i verdetti di ogni gruppo.

Non di sola cronoscalata, vive Luzzi. Il messaggio, affatto competitivo ma anzi ampiamente collaborativo nei confronti della cronoscalata guadagnatasi gli scranni del Civm, arriva proprio dal Comune della provincia cosentina e dall’Asa Castrovillari, rappresentata dal direttore di gara e promotore, Massimo Minasi. Così il primo cittadino luzzese, Umberto Federico, a cui ha fatto eco la sua vice, la dr. Maria Leone: “Ho voluto a tutti i costi appoggiare questo evento, dando mandato al comandante della Polizia Municipale e a tutti gli uomini alle dipendenze dell’ente che dirigo, di collaborare con le istituzioni e con l’Asa Castrovillari per l’organizzazione dello slalom. Siamo orgogliosi della buona riuscita della manifestazione e la nostra intenzione è di renderla una tappa stabile e sempre più ricca del panorama. Nel 2019 sarà ancora migliore, da parte nostra il sostegno sarà totale ed incondizionato. Complimenti a tutte le parti in causa e grazie alle istituzioni ed alle forze dell’ordine che ci hanno supportato in maniera totale.”

Evidente è stato l’apprezzamento da parte dei piloti e della comunità locale per la gara, che ha radunato settanta piloti, di cui sessantasei al via. Uno slalom inserito nella serie di eventi dedicati a Vittorio Minasi, storico direttore di gara che ha trasferito la passione al figlio Massimo, anche lui al timone delle competizioni su strada da un decennio ed affiancato da quest’anno alla conduzione da Fiore Perri, anche lui figlio di un personaggio molto impegnato nel motorsport calabrese. Una nuova generazione di uomini dello sport a motore insomma, che continua l’opera intensa di chi li ha preceduti. A metà agosto si tornerà in strada, per la gara con i birilli di Acri. Passando ai risultati sportivi, Gaetano Piria si è preso la scena vincendo le tre manches e la Assoluta con la sua Elia Suzuki 1340. Antonio Lavieri lo ha insidiato da vicino con l’altra Elia da 1600 cc, ma nel terzo decisivo assalto, un principio di incendio lo ha privato dell’ultima zampata al tempo dello scillese. Gaetano Rechichi ha dato un’altra prova del suo nitido talento, centrando un ottimo terzo posto malgrado il differenziale abbastanza compromesso della sua Ermolly 1290, che lo penalizzava molto nelle ripartenze.

La classifica femminile è stata capeggiata da Emilia Covello, mentre quella Under 23 da Gaetano Rechichi. Fra le scuderie, successo per la New Generation Racing: il team catanzarese, è stato anche il più presente allo start, con ben 15 vetture.

Nel gruppo ADB N, vittoria per Francesco Ferraro, mentre in quello ADB A ha svettato Vincenzo Filice. Nell’ADB S, podio più alto per Vittorio Grandinetti.

Per quanto attiene al gruppo RS, successo per Pierluigi Brecchi. In quello RS Plus, primo posto di gruppo per Eugenio Aceto.

Nel gruppo ha chiuso al comando Leonardo Nicoletti, mentre in gruppo il successo ha il nome di Rosario Aurello. Nelle bicilindriche affermazione di Mirko Paletta, nel gruppo SS primo posto per Luigi Padovano, in quello E1 vittoria invece di Cesare Leone. Nell’E2 SH ha prevalso Antonio Miniaci, in quello PS Vito Riviezzi. Nell’E2SC, vittoria per Gaetano Piria.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Campioni e campioni alla scalata delle classifiche di campionato allo Slalom Agro Ericino

Dopo il primo slalom tricolore, cortissime le classifiche del Campionato Italiano Assoluto Slalom e Campionato ...