TIVM

Sono 177 gli iscritti alla 29^ Salita del Costo 2021

138 le vetture moderne e 39 le storiche che da venerdì animeranno la prima cronoscalata della stagione 2021, che si svolgerà a porte chiuse. Soddisfazione nello staff del Rally Club Team


C’è voluto un po’ più di tempo rispetto alle edizioni precedenti per il computo delle iscrizioni alla 29^ Salita del Costo che, con ben centosettantasette unità stabilisce il nuovo record d’iscritti da quando, nel 2016, la gara è tornata a calendario, grazie all’organizzazione del Rally Club Team in collaborazione con l’Automobile Club Vicenza.

Ai centotrentotto iscritti con le vetture moderne che affronteranno i 9,910 chilometri della cronoscalata, se ne sommano altri trentanove con le storiche e, in entrambe le categorie, i nomi presenti annunciano una gara d’alto livello.

Vincitore nel 2017 e 2019, Simone Faggioli si presenta come il favorito numero uno stimolato anche dal recente riconoscimento del Casco Speciale di Autosprint, ricevuto durante la tradizionale kermesse organizzata dal noto settimanale sportivo; il pilota fiorentino – tredici volte campione italiano e undici europeo – sarà al via con la Norma M20 FC. A cercare di contrastarlo ci proveranno sicuramente Diego Degasperi su Osella FA30 Zytec e Fausto Bormolini con la Reynard, stesse vetture utilizzate da Robin Faustini e Renzo Napione. Tra i nomi di spicco, anche quelli di Omar Magliona al via su Osella PA21, Pietro Nappi con la PA30 e Alex Caffi che si presenta al via su Wolf Thunder GB8 con motore di derivazione motociclistica.

Significativo anche lo stuolo di “GT” che rinnova la sfida tra le Ferrari 488 Challenge di Luca Gaetani e Roberto Ragazzi e le Lamborghini Huracan di Rosario Iaquinta e Bruno Jarach. In Gruppo A “derby” tra le Skoda Fabia di Ludwig e Rizziero Zigliani, mente in “N” tutti se la dovranno vedere con la Mitsubishi Lancer di Rudi Bicciato; molto nutrita è la categoria “Racing Start” che propone diversi pretendenti al podio. Due le dame in gara con le moderne: Sonora Mozzato su Peugeot 106 e Annamaria Fumo al via con una Mini Cooper Diesel.


Tra le vetture storiche spiccano le due Osella PA9/90 di Roberto Turriziani e Giovanni Amboso, ma sicuramente non sfugge il nome di Danny Zardo al via con una Fiat X 1/9 “Silhouette”. Alla “lady” Silvia Fochesato su Fiat Abarth 1000 TC l’onore di aprire le partenze, che inizieranno come da tradizione con le auto storiche.

La gara si svolgerà a porte chiuse secondo quanto dettato dal protocollo sportivo-sanitario di ACI Sport e sarà possibile seguirla da casa grazie alla diretta streaming.

Il programma prevede le operazioni di accreditamento e verifica nella giornata di venerdì 19 a partire dalle ore 8, nell’area protetta allestita a Caltrano. Sabato 20, lo start della prima salita di prova alle 9.30, seguita dalla seconda con inizio alle 14.30 con la strada che sarà chiusa un’ora prima per entrambe e riaperta tra il primo e secondo passaggio. Domenica, la partenza della gara sarà data alle 10 e la strada, la SP 349, resterà chiusa dalle 7.30 alle 16.30.

Terminata la salita, le vetture proseguiranno sino al Piazzale dell’ex-ferrovia di Cesuna, di fronte al Palaciclamino dove, una volta ufficializzate le classifiche, si svolgeranno le premiazioni.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker