Home » Salita » CIVM » SPEED MOTOR CON 14 PORTACOLORI AL 54ESIMO TROFEO LUIGI FAGIOLI

SPEED MOTOR CON 14 PORTACOLORI AL 54ESIMO TROFEO LUIGI FAGIOLI

FRA LE VETTURE SPORT, IN E2-SS GLI ALFIERI SONO MICHELE FATTORINI E ANGELO MARINO, MA INTERESSANTE E’ ANCHE LA SFIDA IN CLASSE 2000 FRA DAMIANO MANNI E LUCA BAZZUCCHI. ESORDIO NELLA GARA DI CASA PER LA SPEED MOTOR 01 CON ALESSANDRO ALCIDI. IN E2-SC, SERGIO FARRIS SEMPRE PIU’ FIDUCIOSO NELLA VETTURA E IN CN RIECCO L’EUGUBINO GIANNI URBANI.

Nutrita anche quest’anno la rappresentanza della Speed Motor nella gara di casa: il 54esimo trofeo “Luigi Fagioli”, nona tappa del campionato italiano di velocità in montagna 2019 e prova valevole anche per il trofeo nazionale di specialità (zone nord e sud), che si correrà sabato 24 e domenica 25 agosto lungo i 4150 metri del tracciato che collega Gubbio con il valico di Madonna della Cima e che è più noto come Gola del Bottaccione. Sono infatti 14 i portacolori della scuderia eugubina, equamente suddivisi fra vetture sport e vetture turismo. In questo comunicato, focalizziamo l’attenzione sui 7 piloti al volante dei prototipi, ai quali è affidato il non facile compito di “difendere” la coppa per scuderie vinta già tre volte dalla Speed Motor a Gubbio, nelle edizioni datate 2014, 2016 e 2018. Non solo: la Speed Motor arriva al grande appuntamento trovandosi al comando della classifica dello speciale trofeo con 324,50 punti, ma la Vesuvio e la Vimotorsport sono rispettivamente a quota 320 e 316, quindi alle tacche. Michele Fattorini, che ha all’attivo anche un secondo posto assoluto al trofeo “Luigi Fagioli” oltre che il record personale di 1’34”46 stabilito in gara 1 nel 2018 (quando i problemi al cambio gli tolsero poi ogni ambizione in gara 2), ci riprova al volante dell’Osella Fa 30 finalmente a posto dopo la toccata al Bondone, anche se in E2-SS avrà un compagno di scuderia molto determinato: il salernitano Angelo Marino, reduce dalla piazza d’onore a Popoli e quarto assoluto al trofeo Fagioli lo scorso anno, sempre con la Lola B99/50. Da una parte la voglia di riscatto di Fattorini, dall’altra quella di confermarsi da parte di Marino: due alfieri agguerriti, quindi, sui quali può puntare il presidente Tiziano Brunetti. Rimanendo fra le monoposto formula, anche in classe 2000 è sfida interna nella Speed Motor fra l’eugubino Luca Bazzucchi su Formula Renault e il tuderte Damiano Manni su Mygale M09, che in marzo si sono già affrontati in pista a Magione nel trofeo Formula Libera. Per entrambi, sarà caccia a un risultato di prestigio a livello sia di classe che di “top ten”. E al primato di classe, nella 1400, mira anche l’altro conduttore di Todi presente, il 31enne Alessandro Alcidi, alla guida della Speed Motor 01, il prototipo di fabbricazione tutta umbra che esordisce nella città in cui ha sede la scuderia. Passando al gruppo E2-SC, un Sergio Farris sempre più “affiatato” con la sua Osella Pa 2000 è pronto per l’ennesima battaglia a tre con i conterranei sardi Omar Magliona e Giuseppe Vacca, in quello che costituisce uno fra i leit motiv più interessanti di questa stagione del Civm. Infine, nel gruppo CN torna uno fra i veterani locali, Gianni Urbani, che dopo la parentesi di dodici mesi fa con la Mini Cooper rispolvera l’Osella Pa 21 Honda e la sua grande esperienza nelle cronoscalate.

Verifiche sportive e tecniche nel pomeriggio di venerdì 23 agosto dalle 15.30 alle 19.30, prove ufficiali in due sessioni nella giornata di sabato 24 a partire dalle 9.30 e via di gara 1 domenica 25 alla stessa ora, con inizio di gara 2 previsto per le 13.30, salvo imprevisti.  

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Prima finale di CIVM per l’assoluto di gr. N a Lisi

Questo weekend è andata in scena la prima finale di CIVM, con la 61° cronoscalata ...