Home » Salita Autostoriche » Alla Limabetone Storica vittoria-bis per Stefano Peroni

Alla Limabetone Storica vittoria-bis per Stefano Peroni

Un successo cristallino, da parte del fiorentino, davanti al lombardo Marelli (Osella PA9/90)  ed al padre Giuliano (Osella PA3). Tra le vetture “moderne” vittoria per Giancarlo Maroni, al volante di una Osella PA 21.

Abetone (PT) 22 luglio 2018 – Vittoria per il fiorentino Stefano Peroni, al volante di una Martini Mk 32, alla XXXI Limabetone – Trofeo Fabio Danti Coppa Mauro Nesti, 6^ prova del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche, lungo gli otto chilometri dell’esaltante percorso sulla Strada Statale “del Brennero”, che si snoda da Ponte Sestaione fino alle porte di Abetone.

Dopo le prove ufficiali di ieri (due manche di salita) dal doppio volto, asciutta la prima manche e bagnata la seconda, oggi la gara si è corsa in salita unica e Peroni, pur peggiorando il tempo della prima salita di ieri è comunque riuscito a primeggiare con forza, fermando il cronometro su 4’45”45 alla media di 100,9 Km/h, andando così a bissare l’alloro dell’anno passato, ottenuto però con una Osella.

Dietro a Peroni, vincitore pure del quinto raggruppamento, ha chiuso il lombardo Walter Marelli (Osella PA 9/90), attardato di 12”09, il più veloce anche del quarto raggruppamento, mentre il podio assoluto è stato completato da Giuliano Peroni (il padre di Stefano, con 5’16”11 – media di 91,1 Km/h) con la Osella PA3, il quale si è aggiudicato anche il secondo raggruppamento. Una manche finita con il brivido, in quanto il pilota fiorentino ha visto l’abitacolo riempirsi di olio motore per il guasto ad una guarnizione.

Nel primo raggruppamento vittoria per il favorito Tiberio Nocentini (Chevron B19) con 5’24”20 (media di 88,8 Km/h) sul pesarese Alessandro Rinolfi (Morris Mini Cooper S), staccato di 36”67, che ha avuto da recriminare una “cambiata” andata male con la quale ha perso tempo. Terzo è poi giunto Vincenzo Rossi (Porsche 356 SC) con una salita conclusa a 38”28 dal leader.

Nel secondo raggruppamento, dietro al vincitore Peroni senior ha terminato Giuliano Palmieri con la Porsche Carrera RS, staccato di 18”51. Stessa vettura di Stoccarda per il terzo arrivato, il siciliano di Palermo Matteo Adragna, con 20”08 di passivo sotto la bandiera a scacchi.

Anche nel terzo raggruppamento ha primeggiato uno dei favoriti della vigilia, il milanese Andrea Fiume (Osella PA 8/9) con 5’17”69 (media di 90,7 Km/h), davanti a Lorenzo Cocchi, con una VolksWagen Golf (a 26”80), mentre terzo ha chiuso Gabriele Tramonti (Fiat Ritmo 75) a 27”71.

Il quarto raggruppamento, alle spalle del vincitore Marelli ha visto terminare Marco Ulivi (Renault 5 GT turbo), terza la Peugeot 205 rallye di Gianluca Paloschi, mentre il quinto raggruppamento, dietro a Peroni ha visto chiudere la contesa Alessandro Trentini (Dallara 356, a 39”94) e terza Chiara Polledro (Abarth Formula, a 40”22).

Tra le vetture “moderne” vittoria per Giancarlo Maroni, al volante di una Osella PA 21, con un tempo di 4’50”24, alla media di 99,2 Km/h. La seconda piazza è andata a Fabrizio Bonacchi, su una Gloria (5’12”63) e terzo ha finito con grande merito il garfagnino David Marchini con una Mini Cooper di categoria Racing Start, vettura praticamente di serie, con la quale ha coperto il tracciato in un concreto 5’20”44.

La gara, organizzata dalla Abeti Racing in collaborazione con ACI Pistoia ha attirato sulla montagna pistoiese molti appassionati, conferma che l’essere la manifestazione motoristica a più alta titolazione in provincia ed in Toscana, ha avuto il suo forte appeal.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Il 30 settembre la 39^ Coppa del Chianti Classico

Una gara in salita riservata alle autostoriche ai vertici Europei e Italiani che ogni anno ...