Home » Rally » CIR » SUCCESSO DI PAVEL GROUP AL RALLY DEL CIOCCO “NAZIONALE: LUCA PANZANI FIRMA LA SUA PRIMA VITTORIA ASSOLUTA IN CARRIERA
SUCCESSO DI PAVEL GROUP AL RALLY DEL CIOCCO “NAZIONALE:  LUCA PANZANI FIRMA LA SUA PRIMA VITTORIA ASSOLUTA IN CARRIERA

SUCCESSO DI PAVEL GROUP AL RALLY DEL CIOCCO “NAZIONALE: LUCA PANZANI FIRMA LA SUA PRIMA VITTORIA ASSOLUTA IN CARRIERA

Prestazione sopra le righe, veloce e concreta, da parte del pilota lucchese che ha sbaragliato il campo alla seconda prova della Coppa di VI zona. Il pilota : “Mi avessero detto della vittoria non ci avrei scommesso, tante erano le incognite”.


Esaltante successo di PAVEL GROUP alla prima gara stagionale dopo la ripresa agonistica post-emergenza sanitaria, ieri, al 43° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, seconda prova del Campionato Italiano ma anche seconda prova della Coppa rally di VI zona.

Luca Panzani e Francesco Pinelli, tornati a bordo di una vettura a trazione integrale dopo due stagioni, la Skoda Fabia R5 della squadra pistoiese, hanno vinto di forza, dominando la gara dalla seconda prova speciale sino alla bandiera a scacchi, riuscendo ad avere ragione di un nutrito lotto di avversari di alto livello, potendo quindi raggiungere, per il pilota, il primo successo assoluto in carriera (dopo averla sfiorata al “Valli Genovesi del 2015 con una Renault Clio R3T), dopo anni di successi nei varii trofei monomarca con la “punta di diamante” della vittoria di categoria ( e 21. Assoluto) al “Montecarlo” mondiale del 2017, corso come pilota ufficiale Renault.

Quella del Ciocco è stata la classica “gara perfetta”, per Panzani e Pinelli, portacolori della scuderia Jolly Racing Team, partita con molte incertezze ed altrettanti dubbi, dati soprattutto dal fatto di essere stati fermi otto mesi per via della pandemia oltre che dal risalire su una vettura a trazione integrale dopo due anni in un percorso estremamente selettivo. Una serie di punti interrogativi che al pronti-via si sono dimostrati lo stimolo più forte per cercare il successo, arrivato dopo tre quarti di gara trascorsi certamente a cercare di sopravanzare i competitor incontrati ma anche a tornare a sentire quelle sensazioni dentro un abitacolo da corsa che si sentono ovviamente solo correndo.

La “gara perfetta” di Panzani e Pinelli è stata decretata anche dal raffronto delle prestazioni cronometriche operato con quelle dei protagonisti del Campionato Italiano: sarebbero state costantemente ai vertici della classifica assoluta (dopo otto prove la loro posizione nel “tricolore” era il quarto posto) pur considerando il fatto che al passaggio della gara “di zona” le strade erano evidentemente in condizioni di fondo assai più difficili. Un dato estremamente importante che torna decisamente a posizionare con ampio merito i riflettori sull’equipaggio lucchese.


Perfetto sino da subito il feeling trovato con la Fabia R5, altrettanto tale il rapporto ritrovato con lo staff che PAVEL GROUP ha messo a disposizione in questa gara dove il risultato non era assolutamente da ritenersi scontato. Dopo questa vittoria il programma strutturato per Panzani e Pinelli prevede la partecipazione al Rallye Elba, in ottobre, per tentare la qualificazione alla finale nazionale di Como, il 6-7 novembre.

Una grande emozione, una gioia indescrivibile – dice Luca Panzanialla vigilia della gara se qualcuno mi diceva di scommettere un solo centesimo su questa vittoria gli davo del matto! Erano tante, troppe, le incognite che avevamo da affrontare, dal lungo stop, alla qualità degli avversari, al fatto che non salivamo su una trazione integrale da due anni. Prove speciali “ruvide”, selettive, che non perdonano il minimo errore, la minima esitazione. E, non ultimo, il caldo, un avversario più in questo caso. Invece, una volta partiti dal primo semaforo di prova speciale, tutto è cambiato, con Francesco abbiamo ritrovato tutto e subito, abbiamo sempre fatto tutto come se con questa bellissima Fabia avessimo corso sempre, non c’è mai stato il minimo problema, e siamo felici anche perché i riscontri cronometrici confrontati con quelli del Campionato Italiano hanno dato indicazioni importanti, saremo stati sempre nella fascia di vertice, tra i migliori. Ringrazio di cuore Pavel Group e tutto lo staff, i fratelli Lenzi, grandi appassionati e grandi stimolatori, tutti i loro ed i miei partner per il sostegno ed ovviamente la mia famiglia che mi segue sempre con grande passione. Che devo poi dire, nulla altro se non che all’Elba cercheremo di fare ancora bene, di capitalizzare l’esperienza per trovare un’altra soddisfazione vibrante come questa, affrontando i protagonisti del tricolore WRC. Credo che ce lo meritiamo davvero!”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Una foratura rovina la gara di Stefano Peletto e Massimo Barrera al Tuscan Rewind

Una foratura rovina la gara di Stefano Peletto e Massimo Barrera al Tuscan Rewind

Stefano Peletto: “Nella prima prova abbiamo compromesso la gara. Abbiamo comunque fatto una gara in ...