CIAR

TARGA FLORIO, ANGELO LOMBARDO TIENE BOTTA

Dopo l’incoraggiante prestazione sfoderata al Rally Regione Piemonte, il pilota siciliano, affiancato dal corregionale Roberto Consiglio, ha proseguito il proprio apprendistato alla guida della Skoda Fabia Rally2 anche sulle sempre selettive strade di casa conquistando altri punti e una settima piazza nel Campionato Italiano Rally Promozione

Un secondo step stagionale dai risvolti positivi per il pilota siciliano Angelo Lombardo, reduce dall’impegno casalingo sui selettivi asfalti della 107ª Targa Florio, terzo round del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco (CIAR) andato in scena nel fine settimana appena trascorso. Il già campione del CIR Auto Storiche 2022, infatti, seppur alla prima esperienza in “carriera” sui leggendari tornanti madoniti alla guida di una vettura moderna, nello specifico la Skoda Fabia Rally2 gommata Pirelli messagli a disposizione dall’Erreffe Rally Team, ha centrato la settima piazza nella speciale classifica riservata agli iscritti del Campionato Italiano Rally Promozione (CIRP), nell’ambito della massima serie tricolore. Ben oltre il mero risultato, comunque migliorato rispetto all’esordio avvenuto lo scorso aprile al 17° Rally Regione Piemonte, il driver di Cefalù, coadiuvato alle note dal corregionale Roberto Consiglio, ha potuto annotare ulteriori indicazioni utili per indirizzare il prosieguo di stagione.

«Siamo consapevoli di essere solo all’inizio di un lungo percorso d’apprendistato e che ci sia ancora tanto da lavorare. Col mio navigatore Roberto, però, vediamo il bicchiere mezzo pieno» – ha commentato l’alfiere della scuderia RO racing all’arrivo – «Analizzando la telemetria, infatti, abbiamo acquisito dati molto confortanti. Se da un lato ho riscontrato maggiori difficoltà nei tratti più lenti e guidati, aspetto migliorabile solo macinando chilometri su chilometri atti ad accrescere il feeling con l’auto, dall’altro è altrettanto vero che ho reso decisamente meglio sul misto-veloce, particolare di non poco conto. Ci vorrà del tempo e un’attenta programmazione, certo, ma la strada intrapresa, come già dichiarato dopo la trasferta in Piemonte, è quella giusta. D’altronde so anche di poter fare affidamento su un team altamente professionale che non finirò mai di ringraziare per l’impegno egregio. Infine, vorrei complimentarmi col mio concittadino Marco Runfola, autore di una prestazione eccezionale, dimostratosi ancora una volta un talento cristallino. È stato un onore e un gran piacere ammirarlo in gara».

Per l’immediato futuro, dunque, previste una o più sessioni di test in vista del prossimo e più che certo appuntamento titolato, ovvero, il settembrino 46° Rally 1000 Miglia. Ma nulla esclude che il conduttore isolano potrebbe rivedere al rialzo la propria annata corsaiola e decidere di anticipare il rientro nel CIRP, disputando a luglio anche il Rally di Roma Capitale.

Classifica finale 107ª Targa Florio (CIRP)

1. Avbelj-Andrejka (Skoda Fabia R5) in 58’03”3; 2. Ferrarotti-Bizzocchi (Skoda Fabia R5) a 42”4; 3. Scattolon-Farnocchia (Volkswagen Polo R5) a 50”6; 4. Mazzocchi-Gallotti (Citroen C3 R5) a 1’04”8; 5. Rusce-Musiari (Skoda Fabia R5) a 1’09”7; 6. Sulpizio-Angeli (Hyundai I20 N) a 1’28”1; 7. Lombardo-Consiglio (Skoda Fabia R5) a 1’54”3; 8. Angelucci-Cambria (Citroen C3 R5) a 3’26”3; 9. Brazzoli-Fenoli (Skoda Fabia R5) a 4’09”3; 10. Rendina-Pizzuti (Peugeot 208 Gt Line) a 6’08”1.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio