Home » Pista » TCR ITALY » TCR ITALY: Felice Jelmini punta in alto con la Hyundai
Felice Jelmini

TCR ITALY: Felice Jelmini punta in alto con la Hyundai

“Il TCR Italy è la classe regina del turismo: è molto competitiva, ma è motivante proprio per questo. E’ il motorsport vero, senza ABS e senza traction control”, dice il portacolori del team PMA Motorsport

Felice Jelmini ha girato con la Hyundai i30N TCR in uno shakedown ­­sulle piste di Cremona e di Vallelunga, e il feeling è tale che adesso non vede l’ora di schierarsi alla prima gara del TCR Italy.

Il giovane pilota lombardo, campione in carica della Renault Clio Cup, sarà al via con i colori di PMA Motorsport e punta a fare bene fin da subito, ma è ben consapevole del fatto che gli avversari saranno di tutto rilievo. Con il TCR Italy, infatti, Jelmini ha già avuto una presa di contatto schierandosi nell’ultimo round del 2019, a Monza, dove ha siglato un bel secondo tempo in qualifica (partendo poi per primo per la penalità inflitta all’autore della pole) e un sesto posto al traguardo in gara2.

“La macchina è la stessa, ma ora abbiamo iniziato il programma di sviluppo”, spiega Jelmini. “Sono molto soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto nei primi test. Abbiamo trovato delle soluzioni molto interessanti che ci hanno consentito di migliorare, rendendoci più veloci”.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

“Fare esperienza sicuramente, ma anche riuscire a stare davanti il prima possibile. Mi rendo conto che non sarà semplice, perché il TCR Italy è un campionato molto competitivo, con piloti super esperti… c’è chi ha vinto tanto nel passato. Ma è motivante proprio per questo: è la classe regina per quanto riguarda il turismo ed è uno dei campionati più belli e formativi”.

Com’è nata la tua passione per i motori?

“Ho un background abbastanza strano perché ho iniziato a 16 anni con le auto storiche! Mio papà mi ha messo sulla stessa Alfa Romeo GT 1300 con la quale aveva esordito lui e ho preso parte al Campionato Italiano Autostoriche. Allo stesso ho partecipato anche al campionato Alfa Revival Cup, sempre con la stessa vettura, riuscendo a conquistare subito il titolo, anche se ero partito solo per divertirmi.

“Nel 2014 sono passato alla RS Cup GPR: l’anno dopo sono arrivate le prime vittorie e nel 2016 ho sfiorato il titolo con 4 vittorie e 8 podi.

“Due anni fa ho debuttato nella Clio Cup Italia, vincendo il titolo rookie per gli under 25, che ho confermato anche nel 2018. E poi l’anno scorso è arrivato il titolo assoluto”.

Una stagione da dominatore, perché su 12 gare Felice ha conquistato 10 vittorie, 1 secondo e 1 terzo posto, 7 pole position e 8 giri veloci, acciuffando il titolo con una gara d’anticipo.

“Il turismo mi piace tanto”, racconta Jelmini. “Ormai  mi sono specializzato nella trazione anteriore, e il salto più naturale è quello del TCR Italy. E’ questo il motorsport vero, senza ABS, senza traction control: c’è molto spazio per il pilota ma anche per lo sviluppo da parte del team”.

Da quanto tempo vesti i colori del team PMA Motorsport?

“Questo sarà il nostro quarto anno insieme. C’è un rapporto particolare, perché mi hanno dato una grande mano in questi anni, anche a livello personale al dì là delle gare. Con loro sono cresciuto molto, ottenendo anche risultati discreti in pista”.

Qual è la tua pista preferita?

“Imola, dove ho vinto la mia prima gara in assoluto e la mia prima gara con la Clio”.

Cosa fai nella vita di tutti i giorni?

“Sono istruttore di guida. Ho cercato di fare della mia passione la vita a 360 gradi”.

Felice Jelmini compirà 25 anni il prossimo 5 maggio, a ridosso del primo round del TCR Italy a Monza, in calendario per il weekend del 15-17 maggio. E qualcosa ci dice che il giovane pilota lombardo vorrà farsi un bel regalo di compleanno.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TCR ITALY | PRIMO PODIO STAGIONALE PER JACOPO GUIDETTI

Sul circuito di Vallelunga, il giovane talento lombardo porta la sua Honda Civic sul terzo ...