TCR ITALY

TCR ITALY | Il Tricolore alla scoperta di Pergusa

Prima assoluta nell’impianto siciliano. Si torna alle gomme, gare accorciate a 28 minuti più un giro. Quarantuno al via: 25 nel Sequenziale, 16 DSG

Torna nel fine settimana il TCR Italy e lo fa in un inedito scenario per il Tricolore: la seconda tappa è in calendario in Sicilia, con il 4° Trofeo Città di Enna, all’Autodromo di Pergusa che si snoda intorno all’omonimo lago. Il tracciato, realizzato nel 1951, è lungo 4.950 metri ed è caratterizzato da 16 curve (10 a destra), con una larghezza della carreggiata che varia dagli 11 ai 14 metri. Tre i punti particolarmente impegnativi rappresentati dalle chicane “Proserpina”, “Pineta” e “Zagaria” che impongono staccate violente e rapidi cambi di direzione. Dopo i problemi emersi a Misano, Hankook, fornitore degli pneumatici, ha deciso di reintrodurre le coperture dell’anno scorso, le C52H, e le gare sono state accorciate a 28 minuti più un giro (contro i 35’ più un giro stabilito nel regolamento originario). Quarantuno i partecipanti: 25 nel Sequenziale e 16 nel DSG.

Occhio a Tavano che guida la pattuglia dei siciliani

Sequenziale Certamente tra i piloti più attesi dal pubblico locale c’è il siracusano Salvatore Tavano, tre volte campione italiano della specialità, che a Misano, guidando per la prima volta la Cupra VZ della Scuderia del Girasole, al rientro nella categoria ha colto un podio e insieme un bottino di 69 punti che lo pone al terzo posto nella classifica assoluta alle spalle del britannico Alex Ley e del coreano Junui Park, che si sono spartiti le vittorie nel primo appuntamento in Romagna. Entrambe classe 2005, entrambe al volante della Hyundai Elantra, gestite rispettivamente da Target Competition e da Solite Indigo. A Pergusa tutti e tre i piloti citati saranno appesantiti da zavorra: 40 chili Ley, 30 Park e Tavano. Tra i beniamini di casa vanno segnalati anche il ragusano Raffaele Gurrieri, anche lui esponente della Scuderia del Girasole, e il catanese Edoardo Cappello che debutta in occasione della gara di casa con la Honda Civic FK7 che sarà gestita da Ottomotorsport con il supporto di MM Motorsport. Tornando ai quartieri alti della classifica va sottolineato come Nicola Baldan abbia nel frattempo firmato una storica impresa nel TCR Europe, diventando a Zolder il primo italiano a vincere al volante della propria Audi RS3 LMS una corsa di questo campionato dalla sua fondazione (2016). Il pilota veneto è quarto in campionato e precede un altro pilota che come lui è stato protagonista di alterne fortune nella tappa inaugurale di Misano Adriatico: il bergamasco Michele Imberti con la Hyundai Elantra del team Kombat. Anche Baldan e Imberti avranno zavorra: rispettivamente di 20 e 10 kg. Pergusa sancisce anche l’esordio di Federico Paolino che ha saltato la gara inaugurale per l’imminente paternità: il piemontese sarà al via con una Hyundai Elantra di Target.

Per ciò che riguarda le altre classifiche comandano Denis Babuin (Audi RS3 LMS, Planet Motorsport) nella Master; il canadese Nicolas Taylor (Audi RS 3 LMS, team PMA) nella rookie (esordienti); Ley negli Under 25 e la Solite Indigo nel Costruttori.

Nel DSG la colonia siciliana si arricchisce con la presenza del ragusano Ezio Muccio, che eredita per l’occasione la Volkswagen Golf GTI del team Nos pilotata da Fabio Bagnoli a Misano. La prova inaugurale ha messo in risalto Luca Franca (Audi RS3 team Aikoa), che, grazie a due secondi posti, ha conquistato la vetta della classifica, Alessandro Alcidi, vincitore a Misano di gara 2 con la WV Golf della Tuder e secondo in campionato davanti a Pietro Alessi (Audi RS3, team RC Motorsport). Tutti e tre saranno zavorrati: 40 chili Franca, 30 Alcidi e Alessi. Uno dei protagonisti più attesi è Marco Roccadelli (Cupra Leon), che ha impressionato a Misano per la propria velocità (vincitore di gara 1) e poi sfortunato nella seconda. Pure lui qui sarà zavorrato di 20 chili, mentre 10 ne avrà Paolo Silvestrini. Per ciò che riguarda le altre classifiche comandano Paolo Palanti (Audi RS3, Aikoa) nella Master; Pietro Alessi nella Under 25; e Tuder nei costruttori.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio