TCR ITALY

TCR ITALY | MISANO, GARA 2: Doppietta Target con Buri e Baldan. Terzo Young

Il finlandese conquista la sua prima vittoria davanti al veneto e al nordirlandese di MM Motorsport.


Non manca lo spettacolo nella seconda gara del TCR Italy sul circuito di Misano Adriatico. Antti Buri, con la Hyundai i30N non si lascia sfuggire l’occasione di conquistare la sua prima vittoria stagionale davanti al proprio compagno di squadra in Target Competition che, a fine gara, è contento, ma con un pizzico di disappunto: “Devo imparare a partire con questa macchina – ha commentato Baldan – Potevo giocarmela con Antti, che è stato bravissimo, ma continuo a perdere troppo tempo in partenza. Nonostante ciò sono veramente molto contento per la squadra e per questi punti importanti”. Sul terzo gradino del podio sale il britannico Jack Young, all’esordio con la Honda Civic di MM Motorsport che viene beffato da Baldan all’ultima curva con una manovra perfetta da parte del pilota veneto.

Al via di gara 2 Kouril, in pole position per l’inversione delle prime 8 posizioni di qualifica, non si schiera dopo il giro di formazione e Reduzzi può, così, scattare con pista libera, ma sbaglia clamorosamente la posizione in griglia e, dopo lo start viene penalizzato con un drive through. Antti Buri, scattato dalla sesta posizione, riesce a portarsi subito a ridosso di Reduzzi mentre alle loro spalle è un agguerrito Salvatore Tavano, con la Cupra di Scuderia del Girasole a recuperare posizioni e a puntare verso il podio. Ma la safety car, entrata in pista dopo un contatto tra Carminati e Paolino, ricompatta il gruppo e al restart è bagarre tra Baldan, Tavano, Young, Girolami, Brigliadori e Ceccon. I protagonisti del TCR Italy regalano spettacolo con una battaglia d’altri tempi ma il più scatenato è sempre Nicola Baldan che recupera posizioni e arriva fino alla terza posizione, superando Tavano che, però, subisce una penalità di 25’’. Come in gara 1 per Young, in gara 2 è Girolami a parcheggiare la sua Honda con qualche problema tecnico e lasciando campo libero ai suoi diretti inseguitori.

Nella seconda parte di gara sono ancora contatti e battaglie ad infiammare la gara. Paolino entra in contatto con Poloni. Il bergamasco finisce in testacoda e viene colpito da un incolpevole Jonathan Giacon con la Safety Car costretta a rientrare in pista a 4 minuti dal termine del tempo. Paolino viene penalizzato di 25’’ e sfila in 16esima posizione alle spalle di Salvatore Tavano.

Al traguardo, dietro a Buri, Baldan e Young è Kevin Ceccon a prendersi la quarta piazza con una rimonta stupenda, così come quella di Eric Brigliadori che, nonostante le difficoltà, riesce a portare a casa punti importanti in ottica campionato. Sesto è Ruben Volt che precede Romagnoli, Stefanovski, Giacon e Babuin, vincitore tra le TCR DSG. A completare il podio delle vetture con cambio di serie sono Sabatino Di Mare e Marco Butti, sfortunato in gara 1, ma pronto a tornare all’attacco.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker