TCR ITALY

TCR ITALY, MONZA – GARA 1: LA VITTORIA E’ DI KLIM GAVRILOV

Dopo un’esitazione al via del poleman Bettera, il russo si impone al volante dell’Audi RS3 Lms di LTA Rally. Dall’accesissima bagarre del gruppo di testa emergono le due Cupra della Scuderia del Girasole con Salvatore Tavano e Matteo Greco che guadagnano il podio. Primo per le DSG Matteo Bergonzini, settimo assoluto sulla Cupra di BF Motorsport. Appuntamento a domani con gara 2 alle 11.00.


Alla partenza il poleman Bettera esita e così Greco sfila senza difficoltà, inseguito da Gavrilov e poi Mugelli. Proprio il pilota della Alfa Romeo di PRS Motorsport si porta in seconda posizione al secondo giro per poi passare a duellare con Gavrilov. Il russo è il più determinato e riguadagna così la seconda posizione con Mugelli che si ritrova a lottare con Tavano ed a vedere compromessa la gomma anteriore sinistra a seguito di un contatto in uscita dalla Prima Variante. Al terzo giro l’Audi di Gavrilov affianca e supera la Cupra di Greco che resta però in scia davanti al compagno di squadra Tavano, mentre quarta è la Hyundai di Pellegrini che precede più staccati Wimmer, Argenti, Guidetti, Bettera, Bergonzini e Nardilli, decimo. Alla quarta tornata Tavano riesce ad avere la meglio su Greco che poco dopo si ritrova a gestire Pellegrini in scia. Il milanese prova l’attacco, ma poi il rivale di Cupra si difende ed il tamponamento è inevitabile. I contendenti continuano con Wimmer sempre più pericoloso alle loro spalle. Al sesto giro Pellegrini riesce a portarsi al terzo posto. Gavrilov intanto procede indisturbato inseguito sempre da Tavano e dal terzetto ai ferri corti con Pellegrini, Greco e Wimmer ora braccati anche dall’Audi di Guidetti. All’ottavo passaggio sono scintille con Pellegrini ad avere la peggio e Guidetti che sale in quarta posizione alle spalle di Greco e davanti a Wimmer. Nella sua scia si porta poi Argenti che scalpita dal sesto posto occupato davanti a Nardilli e Bergonzini. Gli attacchi del romano della Opel Astra si fanno sempre più incisivi e, dopo un contatto sul rivale all’11esimo giro, danneggia l’anteriore sinistra. Il pugliese della Honda di MM Motorsport tenta di approfittarne e, dopo aver anche resistito, Argenti deve dare strada con Mugelli che lo segue però doppiato. Il finale diventa incandescente anche per la terza posizione con Greco che si ritrova Guidetti sempre più vicino ed autore del giro più veloce. Il ritmo continua serratissimo, ma le posizioni non mutano fino alla bandiera a scacchi che saluta il vincitore Gavrilov davanti a Tavano, Greco, Guidetti, Wimmer, Nardilli e Bergonzini, mentre Argenti scivola ottavo con una gomma ormai compromessa.
 
L’appuntamento in pista è alle 11.00 di domani per gara 2 sempre sulla distanza di 25 minuti + 1 giro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker