Home » Pista » TCR ITALY » TCR ITALY: Piero Necchi affila le armi per il debutto a Monza

TCR ITALY: Piero Necchi affila le armi per il debutto a Monza

Il tre volte campione europeo di kart sarà al via sull’Audi RS3 LMS DSG del team Tecniengines. “Voglio vedere quanta differenza c’è con le vetture con il cambio sequenziale”, annuncia Necchi.

Piero Necchi si prepara a scendere in pista per la stagione 2020 del tricolore turismo. Rientrato nel TCR alla fine dello scorso anno con una gara al Mugello del campionato italiano TCR DSG Endurance in equipaggio con il figlio Edoardo, il forte pilota piemontese punta a prendere le misure alla sua Audi RS3 LMS DSG anche nel confronto le vetture con il cambio sequenziale. Per questo ha progettato di schierarsi al via del primo round del TCR Italy, in calendario nel weekend del 13-15 maggio sul circuito di Monza.

“Sto pensando di fare intanto la gara di Monza del TCR Italy per vedere la differenza fra il cambio DSG e quello sequenziale: quella brianzola è una pista veloce e forse se si configura bene c’è poco distacco sui tempi”, spiega Piero Necchi. “Sono curioso di vedere, anche per valutare un cambio diverso… Mi piacerebbe fare intanto quella gara, e poi magari anche qualche altra tappa del TCR Italy, oltre al TCR DSG Endurance”, aggiunge.

Quali sono le tue piste preferite?

“Le piste del TCR Italy sono tutte belle, una vale l’altra. Monza mi piace perché è veloce con tante staccate, il Mugello anche è molto bello. Imola ha un bel tracciato, ma sottopone la macchina a tanto stress, con tutti quei cordoli, che se li prendi male la macchina ti rimane un po’ in mano, e forse è un po’ ostica per quello, mentre a Vallelunga ad esempio quei problemi non li hai”.

Con quale team correrai?

“Lo stesso dello scorso anno, il Tecniengines di Giovanni Gallini, che è anche un amico. E’ un’iniziativa partita dal pensiero comune di fare qualcosa insieme, perché lui ha già un attività con i kart, fa motori”.

E a proposito di kart, val la pena ricordare che negli anni Settanta Piero Necchi è stato uno dei più veloci piloti di kart, dove ha vinto ben tre titoli italiani e tre europei. Poi altrettanto forte si è rivelato anche con le monoposto di allora, piazzandosi secondo nell’italiano di Formula 2 del 1978 e arrivando a sfiorare la Formula1.

Dopo qualche anno di stop, Piero Necchi è tornato nelle competizioni con le ruote coperte, sia nel GT che nel turismo, confermando di non aver mai perso lo smalto.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TCR Italy | Riccardo Romagnoli con la Golf DSG di Proteam Race

Il pilota romano torna nel turismo con la compagine di Valmiro Presenzini. Un sodalizio che ...