TCR ITALY

TCR ITALY | Tavano è l’uomo della pioggia. Brigliadori e Ceccon sul podio di Monza

Il Campione Italiano lascia subito il segno nella prima del TCR Italy, in una gara segnata dalla pioggia. Sul podio anche il poleman Eric Brigliadori e Kevin Ceccon. Sabatino Di Mare trionfa tra le DSG.


Non manca lo spettacolo, non mancano i sorpassi, non mancano i cambi al vertice nella prima gara del TCR Italy 2021, ma alla fine è Salvatore Tavano a mettere il punto esclamativo nel Tempio della Velocità dopo essere scattato dalla terza posizione con la Cupra Leon Competiton di Scuderia del Girasole by CUPRA Racing. Il siracusano, tre volte campione della serie, chiude con 7 secondi di vantaggio rispetto ai suoi diretti inseguitori e arriva in trionfo sotto la bandiera a scacchi. Una vittoria voluta e cercata da parte del team varesino per ricordare una amica come Fiammetta La Guidara, presente nei pensieri dell’intero mondo degli ACI Racing Weekend.

Sul podio, assieme a Tavano, salgono Eric Brigliadori, con l’Audi RS3 LMS TCR di BF Motorsport e Kevin Ceccon, con la Hyindai i30N TCR. Brigliadori, scattato dalla pole position, parte male e si ritrova a dover recuperare posizioni su posizioni, ma con il sorpasso su Antti Buri nel finale, porta la sua Audi sul secondo gradino del podio. Ceccon, invece, lotta come un leone nella pioggia di Monza e lo fa senza tergicristallo e con i vetri della sua Hyundai appannati che lo costringono ad aprire il vetro per riuscire a vedere all’esterno. Il bergamasco sale sul podio approfittando anche dei 5 secondi di penalità inflitti a Buri. Il finlandese paga il ritardo nelle fasi pre gara con il team Target Competiton che non riesce a completare i lavori sulla sua vettura prima del cartello dei 5’. Per lui arriva comunque un ottimo quinto posto alle spalle di uno scatenato Igor Stefanovski (Hyundai i30N TCR – AKK Stefanovski) al comando per tutta la prima parte di gara.

Battagliero, in sesta posizione, Nicola Baldan che, con la Hyundai di Target Competiton vende cara la pelle, incarnando perfettamente lo spirito del turismo. Qualche errore compromette la gara di Matteo Poloni con la Audi RS3 di Race Lab. Il bergamasco, parte dalla prima fila e resiste agli attacchi per diverse tornate e alla fine porta a casa il settimo posto. A chiudere la top 10 Jonathan Giacon con la Honda Civic, Evgenii Leonov con la Cupra di Volcano Motorsport e Damiano Reduzzi (Hyundai i30N TCR – Trico WRT).

Tra le vetture dotate di cambio DSG la vittoria va a Sabatino Di Mare che recupera una posizione a Denis Babuin, scattato davanti a lui. Ottimo terzo posto per il giovanissimo Marco Butti, sedicenne comasco che porta la Golf di Elite Motorsport sul terzo gradino del podio.


Domani alle 10.10 il via di gara 2 con Mattias Vathel, undicesimo oggi con la Honda di ALM Honda Racing, in pole position, affiancato da Kevin Ceccon. Seconda fila per Giacon e Buri e terza per Stefanovski e il vincitore di gara 1, Tavano.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker