Home » Salita » TONINO ESPOSITO: COMPLIMENTI AD ACHILLE LOMBARDI

TONINO ESPOSITO: COMPLIMENTI AD ACHILLE LOMBARDI

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa il driver potentino per l’ennesimo tricolore conquistato, per la fedeltà al marchio Avon e ricorda la sua infanzia e gli inizi sulle Radical.


Nuovi traguardi tricolori che ogni volta lo allietano, ma che nel tempo non lo hanno però sorpreso.

L’Achille Lombardi detentore di un nuovo titolo italiano con il successo di Erice, cattura una volta ancora l’attenzione di Tonino Esposito, che considera quest’ulteriore alloro conquistato dal driver lucano con la super performante Osellina 1000, la logica conseguenza di un talento che il team manager sorrentino aveva subito percepito già nel primo test a Sarno che Lombardi aveva effettuato su una rudimentale Radical ProSport 1300 a carburatori. Anno solare 2009.

Se gli automatismi di guida del buon Achille avevano subito fatto sospettare all’AutoSport Sorrento che il giovane commerciante potentino avesse la caratura per guadagnarsi un posto al sole nel motorsport, anche le capacità commerciali dimostrate da un decennio nella vendita periferica del prodotto Avon, si sono potenziate proprio attraverso i suoi risultati espressi nelle corse: Achille Lombardi è una persona che io rispetto molto, perché riesce a coniugare alla perfezione l’aspetto agonistico, grazie ai suoi indiscutibili risultati e quello commerciale. E’ da circa dieci anni un ottimo rivenditore delle nostre gomme Avon, perché oltre a godere di una solida fiducia presso l’utenza con la sua attività di vendita auto, aggiunge la credibilità dell’essere un pilota molto veloce che ha vinto tanto e sempre e solo con le gomme inglesi, aspetto questo che lo rende assolutamente di riferimento per chi si interfaccia con lui per il prodotto Avon Tyres. E’un testimonial perfetto insomma.

Il mio rapporto di stima reciproca con lui è l’estensione di quello instaurato fin dalla fine degli anni’80 con papà Vincenzo, un gentiluomo con cui correvamo negli slalom avendo perlopiù lo stesso preparatore. Mi ricordo di Achille piccolino, ai box, con i pantaloncini, mi ricordo di questo bimbo che seguiva papà e stava prendendo la mira per diventare poi da grande, un protagonista di quel mondo che lo faceva sognare. Vederlo oggi pluricampione italiano di velocità in salita, mi procura sensazioni davvero genuine e belle. Bellissimo percorso il suo, toccante e speciale. Quest’altro titolo italiano vinto ad Erice mi riempie di gioia e ripaga Achille di capacità che avevamo intravisto subito nei primi test e che abbiamo vissuto nel tempo con le tante soddisfazioni che Achille si è tolto a partire dal 2011, correndo con la SR4 da litro e sei. Aggiungo che vincere e continuare a vincere con una vettura molto leggera e potente quale l’Osellina, una vettura senz’altro velocissima ma proprio per questo estrema e specialistica, è la migliore dimostrazione del suo valore rimasto non solo invariato, ma anzi cresciuto nel tempo. A lui i miei più sinceri complimenti, perché lo considero senza remore uno fra i piloti più competitivi e costanti dell’intero circus.


Francesco Romeo
Comunicazione AutoSport Sorrento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Mercoledì 2 dicembre i calendari Velocità Montagna

Alla presenza della Commissione Salita verranno definite le date della prossima stagione in video conferenza, ...