Home » Pista » F. CHALLENGE » TRAMONTI CORSE: BILANCIO POSITIVO AL NAPOLI CHALLENGE

TRAMONTI CORSE: BILANCIO POSITIVO AL NAPOLI CHALLENGE

Ottimo podio di classe al debutto assoluto, per la sedicenne Giulia Candido. Vittorie per il presidente Pietro Giordano e per Antonio Falcone.

Un’edizione coinvolgente, per livello e numero dei concorrenti e per la variabile meteo, che fino all’ultima bandiera a scacchi di giornata ha aggiunto tanto pathos all’edizione 2020 del Napoli Challenge, di scena come da format tipico sulla pista di Sarno. Una gara che costituiva anche la prima prova del Campionato Italiano Formula Challenge.

In classe A1400,  evidente era l’attesa e la curiosità per l’esordio della teen ager Giulia Candido, che dopo anni di karting amatoriale, a soli 16 anni ha deciso di emulare in pieno papà Lelio, andando ad affrontare la sua prima gara in auto. Alla luce dell’esperienza tutta da costruire e delle difficoltà dovute al meteo cangiante, il suo terzo posto di classe è da salutare con estremo entusiasmo. Un inizio che le regala fiducia per le prossime uscite e che la conforta del fatto che il talento di base ci sia e vada solo sviluppato.

Grande lotta in famiglia nella BC700/5, dove a vincere questa divisione nella kermesse è stato il presidente Pietro Giordano, già campione italiano di Formula Challenge con la SR4-1600 nel 2017 e secondo assoluto per un soffio nel 2019, con la bicilindrica. Seconda piazza per Silvestro Fusco, quarta posizione per Ferdinando Bove e quinta per Carmine Ruocco.

Fra le barchette del gruppo sport car, quarta piazza per Antonino Paolillo su Radical SR4. In classe S5, Antonio Falcone si mette tutti alle spalle, centrando la vittoria su Peugeot 106 Rally. Per quanto attiene al Campionato Italiano Bicilindriche, Pasquale Coppola ha chiuso al terzo posto in gara-1.

Francesco Romeo
Comunicazione Tramonti Corse

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

AUTOSPORT SORRENTO: ESPOSITO RE DEL NAPOLI CHALLENGE

Rapidissimo anche Anthony Ilardo con la SR4 Evo da litro e sei. Tanta grinta ma ...