Home » Salita » TIVM » TRAPANI CORSE FA IL BIS A SORTINO

TRAPANI CORSE FA IL BIS A SORTINO

Vittoria di classe con ottimo tempo per Salvatore Reina in E2SC under 1400. Buona la prova in CN 1600 di Martina Raiti, a segno anche nel Trofeo Dame.

Proveranno a correre più gare possibili e daranno consistenza alla presenza Trapani Corse, anche nelle cronoscalate. Due esponenti del gruppo dei salitari del team trapanese attesi per il 2019, hanno iniziato benone il loro percorso agonistico. Nell’edizione 24 della Val D’Anapo-Sortino, Salvatore Reina, dal passato arricchito da coppe tricolori di classe,  ha interpretato alla grande il particolarissimo percorso di domenica scorsa, già affrontato in diverse occasioni ma in un’altra sola edizione con la sua attuale Elia ST09. Malgrado un motore Hayabusa original version da 1289 cc, vitaminizzato da Matteo Vasta per conferirgli una buona verve in attesa del nuovo litro e quattro elaborato che arriverà a fine anno, il 31enne di Erice è riuscito a centrare una perentoria vittoria di classe in gara-1, decidendo di non partire nella seconda salita per il meteo avverso. Il tempo gli è valso il trono della E2SC under 1400 e il nuovo record di categoria: Sono contento per la prestazione, non solo per la vittoria di classe ma anche per il tempo uscito. Non ho un gran motore evoluto fino al limite di cilindrata, come quello che hanno la maggior parte dei piloti, ma solo un 1300 Suzuki prima maniera che Matteo Vasta, che ringrazio, ha reso un po’ più brillante pur restando in versione strettamente di serie. Già in prova avevo ripetuto il crono in gara dello scorso anno ed ero fiducioso per la domenica. Così è stato. Adesso spero di correre tutte le salite siciliane stagionali. Ringrazio gli amici che mi supportano e sopportano sempre, la mia famiglia che mi consente di fare tutto questo e il mio meccanico Michele Augugliaro, che mi ha preparato ancora una volta delle soluzioni d’assetto indovinate. E’una presenza preziosa per me. Non dimentico il ruolo importante del cambio Vac Robotic, perfetto in tutte le fasi grazie al lavoro impeccabile di Giosuè Frisoni.

Altra prestazione positiva per Martina Raiti, che con l’entusiasmo di sempre è stata sul passo dei 4 minuti in entrambe le salite con la sua Osella Pa21/S di classe Cn1600. Così la figlia d’arte di Buseto Palizzolo, ai nostri microfoni: Mi sono divertita tanto. Quando vidi la prima volta la strada mi inquietai, perché non era ancora stata fatta la pulizia per la gara e la sede stradale mi sembrava in alcuni tratti ancora più stretta. Nel week end però c’è stata tutt’altra sensazione ed il percorso mi è piaciuto veramente parecchio, perché si deve guidare con molta tecnica, curando tanto le traiettorie e le ripartenze. E’stata una gran bella esperienza. Nella prima salita mi sono fatta ingannare da un led sul finale e ho alzato un attimo il piede dal gas. Sarei scesa sotto i 4 minuti, ma avrò modo di riscattarmi a Sortino nel 2020. Spero di correre più salite siciliane possibili quest’anno, vedremo di volta in volta cosa fare.

Francesco Romeo
As Trapani Corse

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

ISCRIZIONI APERTE PER LA 57^ CRONOSCALATA SVOLTE DI POPOLI

A un mese esatto dall’evento entrano nel vivo i preparativi della 57^ cronoscalata Svolte di ...