Home » Slalom » TRAPANI CORSE: TRE IN TOP TEN AL VALLONE

TRAPANI CORSE: TRE IN TOP TEN AL VALLONE

In una gara travagliata e non immune da perplessità, arriva il secondo posto assoluto di Giuseppe Gulotta, il quinto finale di Gimmy Ingardia e un altro piazzamento nella Top 7 per il presidente Nicolò Incammisa.

Un debutto tribolato, ma comunque di livello assoluto. Giuseppe Gulotta tornava nell’abitacolo dopo un 2017 di fermo macchina totale e per lui lo slalom del Vallone era come un test più approfondito, per saggiare la rivoluzione tecnica praticata da Peppe Spoto sulla sua SR4, di cui il nostro portale aveva argomentato in esclusiva. Il giovane e veloce trapanese aveva collezionato solo qualche passaggio in pista a Melilli, pertanto la prima del Campionato Siciliano in provincia di Caltanissetta del 22 aprile, non poteva che essere il vero metro tecnico della situazione contingente. A dispetto di alcune rilevazioni cronometriche e di talune fasi della giornata che non convincono pienamente, anche per il divario incredibile fra la seconda manche di Gulotta e quella del vincitore, per dei timing tanto lontani fra loro da apparire difficilmente plausibili, resta il secondo posto assoluto di giornata. Così Giuseppe Gulotta: Cosa posso dire? Sono francamente un po’ smarrito per delle cose accadute, perché non capisco come siano stati rilevati certi tempi e quantificati così taluni distacchi..Ma cosa posso aggiungere? Complimenti a Emanuele per la vittoria, mentre per quello che doveva essere la mia gara, cioè una prova generale, è andata bene. La macchina era ancora troppo rigida e necessita di un settaggio dell’assetto, tutte cose normali quando si parte con un progetto totalmente nuovo, ma Spoto si è messo subito al lavoro e mi metterà nelle migliori condizioni possibili già dalla prossima gara. Ho piena fiducia in lui. C’è da aggiungere che ero anche un po’ arrugginito, per cui con questa gara ho approfittato per riattivare un po’di automatismi. Guardiamo con fiducia a Torregrotta.

Altra domenica con lo smile per il campione italiano in carica di classe P2, Gimmy Ingardia, che aveva sparato un colpo a vuoto nello scorso slalom per delle noie al cambio, ma che è tornato da protagonista centrando il primo posto fra le vetture turismo, l’ingresso nella Top Five di giornata e il primato di classe. Si conferma essere un pilota di alto lignaggio ed è intenzionato a disputare un altro siciliano slalom ad altissima quota.

Nessuna traccia di ruggine per il capitano Nicolò Incammisa, che si difende ancora benone dagli assalti dei giovani sceriffi. Malgrado una Radical SR4-1600 che rimane uguale da varie stagioni, senza le modifiche ad hoc di ogni annata tipiche delle auto dei rivali, riesce a guadagnarsi puntualmente degli onorevolissimi posti al sole, come la settima piazza finale della gara del Vallone. Per il veterano di Custonaci, l’ennesima prestazione col prefisso +.

Francesco Romeo
as Trapani Corse

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Scatta con le verifiche il 1° slalom quota 1000

Domani, sabato 18 agosto per i 52 iscritti le operazioni preliminari a Linguaglossa e domenica ...