Home » Pista » TROFEO DEL LEVANTE: UNA REALTA’ CHE SI CONFERMA!

TROFEO DEL LEVANTE: UNA REALTA’ CHE SI CONFERMA!

Il primo calore primaverile, domenica 15 aprile, ha scaldato gli animi degli oltre 80 iscritti alla prima tappa del trofeo del levante giunto ormai alla sua quinta edizione.

La manifestazione, organizzata dall’ormai affiatato team composto dalla Eptamotorsport, la Scuderia Assominicar, ha fatto registrare il tutto esaurito di pubblico sugli spalti e nell’area paddock.

Bicilindriche Gara 1: davanti ad un Autodromo stracolmo di gente proveniente da tutta Italia, al termine delle qualifiche, è stato l’affermato pilota Siciliano Andrea Currenti a far registrare il miglior crono che gli è valso la pole position, seguito da Pasquale Pastore a soli 2 decimi. Pastore, con una brillante partenza riesce a superare Currenti e ne segue uno spettacolare e corretto duello per circa metà gara, quando Currenti si riprende la prima posizione. Pastore, al termine del rettilineo prova a giocarsi la “staccata” ma finisce in testa coda. Il Podio vede Currenti seguito da Pasquale Coppola (autore di una bella rimonta dall’ultima posizione) e Pastore. Il Gruppo 5 “amatoriale” vede svettare Andrea Cante davanti a Gianni Pagliaroli e Andrea Forni. In Gruppo 1,5 vince Mimmo Lacerignola davanti a Giacomo Strammiello.

Nankang Lupo Cup: Con le ormai affermate Lupo Cup gestite dalla Epta Motorsport, Benny Strignano domina la prima prova e si impone davanti al rientrante Ruffillo Fulgeri e a Gigi Quaranta, autori di un duello sfrenato e perfettamente corretto. Bella la gara anche alle loro spalle, piena di vari “tiraggi”, con numerosi new entry (Gianni Tarricone, Enrico Piscopiello e Rossella Convertini) e il continuo miglioramento degli ormai affermati Mariella, Palma e Nardelli.

Sport & Formula: Pole Position per il fasanese Franco Leogrande a bordo di una Lola F3 curata dal team Dalmazia che domina l’intera gara. In CN 2000, bel duello tra Luigi Vinaccia e Gianfranco Giorgio, seguiti da Massimo Wancolle. Giorgio, nonostante  il miglior giro in gara, non riesce ad avanzare nei confronti di Vinaccia. Con le piccole e potenti Radical gestite dall’Autosport Sorrento, in 1600 si impone Cataldo Esposito e in 1400 il pilota romeno Otil Daniel Zeno. Sfortunata la prova per Andrea Ferraiulo, costretto al ritiro.

Trofeo Racing Start 1600: Francesco Savia firma subito la sua prima pole stagionale e conquista la vittoria della gara in solitaria, seguito da Antonio Gargiulo e Natalio Ostuni. Sfortunato esordio per Oriano De Leonardis e Gaetano Labombarda, costretti al ritiro durante le prove ufficiali di qualificazione.

Racing Start: Pole Position per Enrico Bettera a bordo dell’Alfa 147 Cup curata da A.C. Racing.

Il forte pilota settentrionale scatta subito in partenza ma dopo 2 giri è costretto al ritiro per un problema alla sospensione della sua vettura. Ne approfitta la lady Annamaria Fumo che, dopo un duello con Oronzo Montanaro, conquista la prima posizione fino alla vittoria. Montanaro vince in RSTB davanti a De Matteo, autore di ben due testacoda. In RS 2000 Plus, vince il Dott.Antonio Marsilia e in RS 2000 Giuseppe De Palo, davanti a Fabio Casavola e Vanni Tagliente.

Monomarca Peugeot 1400: Ritorno alla pole per Donato Argese, come sempre con i primi tre piloti in griglia di partenza racchiusi in poco più di cinque decimi. Parte bene Argese che conquista la vittoria in solitaria, seguito da Carmine Capossela e Massimiliano Parisi, entrambi autori di una gara senza sbavature. Diversi sorpassi tra Cellamare e Schiavone che hanno esaltato il numeroso pubblico presente. Sfortunata la prova per Colucci che ha accusato problemi meccanici sin dal primo giro, costringendolo al ritiro.

Vetture Turismo 1 e Vintage: Pole Position per Peppe Eldino che conquista anche la vittoria a bordo della fantastica e performante Peugeot 106. Lo seguono Angelo Radogna, autore di uno spettacolare testacoda al primo giro, e Marco Tedesco. In E1 1150 vince Giuseppe Palumbo davanti a Nardone e Di Spirito.

Vetture Turismo 2 e GT: a bordo di una fantastica Lotus Gt Cup, conquista la Pole Piero Randazzo che scatta subito in testa dopo la partenza formando un trenino capitanato da Bettera, Di Mare, Cardetti e Cioffi. Cioffi finisce fuori pista alla curva delle “murge” e per la messa in sicurezza della vettura, la Direzione Gara decide per la Virtual Safety Car. Alla ripartenza Randazzo riesce a mantenere la prima posizione e vince davanti a Bettera e al giovane Sabatino Di Mare.

Bicilindriche Gara 2: Come da regolamento si invertono le posizioni dei primi 6 piloti classificati. Vince ancora Currenti davanti a Pastore e Coppola. In Gruppo 5 “amatoriale” vince Cante davanti a Belardo e Pagliaroli. In Gruppo 1,5 vince Francesco Colabello dopo una bella e spettacolare gara, davanti a Gino Palmisano e Mimmo Lacerignola.

Prossimo appuntamento con il V Trofeo del Levante il 27-28 ottobre con la seconda delle tre tappe.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

I CAMPIONI 2018 DELLA FORMULA X ITALIAN SERIES PREMIATI NELLA CERIMONIA ALLA DALLARA ACADEMY

La serata di Gala ha celebrato i protagonisti della stagione da poco conclusa nella splendida ...