Tutti i big del tricolore tra i 212 della 27^ Luzzi-Sambucina

Il “Trofeo Silvio Molinaro” ha chiuso le iscrizioni con cifre alte in tutte le categorie. Presenti i protagonisti del Campionato Italiano Velocità Montagna, i maggiori pretendenti del TIVM sud, come i contendenti al titolo de “Le Bicilindriche”. Venerdì 18 operazioni preliminari, sabato ricognizioni e domenica 20 le 2 gare

La 27^ Luzzi – Sambucina “Trofeo Silvio Molinaro” ha chiuso le iscrizioni, alla mezzanotte di lunedì 14 agosto, a quota 212 alla gara organizzata da Tebe Racing, con il supporto e collaborazione di Automobile Club Cosenza, Provincia di Cosenza e Regione Calabria. L’elenco sarà ufficiale solo dopo l’approvazione da parte della Federazione.

Il decimo appuntamento di Campionato Italiano Velocità Montagna dal 18 al 20 agosto sarà l’ultimo prima delle tre finali a coefficiente 1,5, quindi occasione decisiva per completare i 12 risultati utili su 10 gare, come previsto dal regolamento. Punti preziosi in palio anche quelli per la serie cadetta ACI Sport Trofeo Italiano Velocità Montagna sud e per il Campionato italiano “Le Bicilindriche”.

Ci sono tutti i protagonisti delle tre serie, garanzia di alto agonismo e spettacolo sui 6,150 Km tra l’abitato della caratteristica Luzzi e l’Abbazia Cistercense di Sambucina, dove sabato 19 agosto si svolgeranno le due manche di ricognizione dalle ore 9.00, mentre domenica 20 le due gare dalla stessa ora. Tutto in live streaming e per il CIVM diretta su ACI Sport TV (228 Sky).

Simone Faggioli su Norma M20 FC, è il vincitore delle ultime due edizioni, ma il fiorentino di Best Lap è anche leader del tricolore oltre che del gruppo E2SC. Secondo in classifica il lucano di Vimotorsport Achille Lombardi che sulla Osella PA 21 4C turbo è primo di classe E2SC 2000 davanti all’arrembante siracusano Luigi Fazzino anche lui su Osella in versione turbo e reduce dall’ottimo 2° posto a Popoli domenica scorsa. Sul podio di Popoli è salito anche il bravo Dario Gentile che ora in casa desidera spiccare al volante dell’Osella PA 2000 Honda in versione aspirata, come l’altro driver cosentino Antonio Fuscaldo. Nelle parti alte del tricolore c’è anche il ragusano Franco Caruso su Nova Proto NP 01-2 di classe regina. Luzzese anche Salvatore Mondino, balzato alla ribalta della classe 1.4 della classe 1400 su Peugeot 106. Arriva dalla Germania per le ferie e per le corse Egidio Pisano sulla inseparabile ed estrema Volkswagen Golf GTI di gruppo E1, stessa categoria ma in versione turbo per Alessio De Luca sulla fidata Renault 5 GT ed in classe 2000 svetta il cosentino Gabry Driver su Renault Clio. Per il TIVM tra i maggiori pretendenti della classe E2SC 1.6 il catanzarese Francesco Ferragina sulla biposto conterranea Elia Avrio. Calabrese di Lamezia è anche il protagonista assoluto delle “Bicilindriche” Angelo Mercuri, più volte tricolore e adesso all’inseguimento del leader catanese Andrea Currenti, dopo il passo falso in gara 2 a Popoli, in una sfida tra Fiat 500. Sono tanti i nomi sotto i riflettori, dalla Sicilia Samuele Cassibba su Nova Proto con il papà Giovanni su Osella, stessa situazione per i trapanesi Francesco Conticelli su Nova Proto e papà Vincenzo su Osella, l’altro etneo Luca Caruso, esordio stagionale per il giovane nisseno Andrea Di Caro su Nova Proto NP 03, le piccole con motore moto, torna il concittadino Alberto Chinnici su Osella, sempre su Osella Jrb anche il fasanese Giovanni Lisi.

Tra le Gran Turismo atteso il duello tra il leader foggiano Lucio Peruggini su Ferrari 488 in versione Super Cup ed il romano Marco Iacoangeli su BMW Z4 GT3, ma tra le auto attese anche la bella Aston Martin Vantage GT3 del partenopeo Piero Nappi. Arriva dall’Alto Adige il leader di gruppo E1 Harald Freitag su Opel Kadett, in TCR sarà Giuseppe D’Angelo su Hyundai i30 a difendere la vetta. In racing Start RSTB è al comando la 19enne altoatesina Selina Prantl su MINI, tra la aspirate RS il Lucano Rocco Errichetti su Citroen Saxo, mentre in RS+ guida il pugliese Giacomo Liuzzi su MINI, mentre il catanzarese Gianluca Rodino è in lotta per la classe 1.4 su Peugeot 106. Altra MINI ma in versione monomarca pista RS Cup, per il leader pugliese Giovani Angelini.

Exit mobile version