CIAR

VA IN SCENA IL 45° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO

PRIMA GARA 2022 DEL CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO RALLY – CIAR SPARCO.


Il Ciocco (Lu). Si vanno predisponendo le prove speciali, le strutture e le location che accoglieranno, venerdì e sabato prossimi, il 45° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, mentre fervono i test di messa a punto di vetture e team che vedremo protagonisti sulle strade della Media Valle e della Garfagnana, nella apertura stagionale del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Ma il rally Il Ciocco vive altresì di importanti eventi collaterali e di iniziative legate anche alla solidarietà.

LE DIRETTE DAL RALLY IL CIOCCO PER L’ESORDIO DEL CIAR SPARCO 2022

Saranno due giornate intense per l’apertura del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2022 al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio. Per non perdere neanche un momento d’azione basterà rimanere sempre collegati con ACI Sport TV, che trasmetterà gran parte del rally in diretta. Immancabile anche la Super Prova Speciale, appuntamento clou di inizio gara presente in ogni tappa del tricolore, che verrà proposta in una diretta integrale sia da RAI Sport, attraverso il canale 57 del digitale terrestre e su raisport.rai.it, che da ACI Sport TV, SPS1 “Sassorosso” di 2,39 chilometri che verrà coperta con 11 telecamere ed un drone. L’appuntamento in tv con la Power Stage è per le ore 15.25 di venerdì 4 marzo.

Il programma di dirette televisive visibili su ACI Sport TV sarà ampio e accompagnerà gli spettatori dal pre-gara al podio finale. Una diretta costante, garantita da ACI Sport TV grazie alla collaborazione con Noi TV e Rally Dreamer TV.


Orari live tv al rally Il Ciocco

venerdì 4 marzo

LIVE ore 08.30| Shakedown Rally del Ciocco

LIVE ore 11.00 | Rally del Ciocco

LIVE ore 14.00| Start Rally del Ciocco


LIVE ore 15.27 | “POWER STAGE” SASSOROSSO

LIVE ore 19.00 | Riordino Rally del Ciocco

sabato 5 marzo

LIVE ore 9.15 | PS4 Il Ciocco

LIVE ore 09.52 | PS5 Massa Sassorosso

LIVE ore 11.30 | PS7 Renaio

LIVE ore 12.12 | PS8 Il Ciocco 2

LIVE ore 14.40 | PS Renaio 2

LIVE ore 16.50 | Arrivo

ALESSANDRO BETTEGA E LA FIAT RITMO GRUPPO 2 ALITALIA TRA GLI “APRIPISTA” DEL RALLY IL CIOCCO

Farà sicuramente un certo effetto, a tutti ma soprattutto a chi ha i capelli brizzolati, veder transitare, su alcune prove, in mezzo agli apripista del prossimo rally Il Ciocco, una piccola ma rumorosa Fiat Ritmo gruppo 2, vestita con il tricolore Alitalia. Una macchina entrata nel mito sportivo. Un momento di particolare celebrazione voluto dallo staff del rally Il Ciocco, con in testa Valerio Barsella. A guidarla sarà Alessandro Bettega, pilota di valore, ma anche un cognome che fa ancora venire la pelle d’oca a chi ama i rally. Con quella piccola Fiat Ritmo gruppo 2 “colorata” Alitalia, in quel rallye di Montecarlo del 1979, Attilio Bettega e Maurizio Perissinot seminarono il panico, con tempi da paura, tra i tanti equipaggi ufficiali, quelli con i “macchinoni”, soprattutto sulla neve e sul ghiaccio della prova speciale del “Col de Turini”. Ricordi indimenticabili saldati all’equipaggio di quella scatenata Ritmo e di tante altre imprese, troppo presto tolti entrambi, in momenti diversi, all’affetto delle famiglie e dei loro amici e tifosi. “Icio” Perissinot aveva un legame speciale con il Ciocco, con i suoi rally, con la sua gente, non solo per le vittorieottenute qui con Vudafieri e lo stesso Bettega ma anche, successivamente, per il suo lavoro di logistico. Disegnava i percorsi del rally e inventava gare. Come il “Ciocchetto”, la sua “creatura” più riuscita e da lui “coccolata” fino alla fine, il rally degli auguri di Natale che, lo scorso anno, ha compiuto trenta anni e che, da queste parti, conservano con grande cura. E il passaggio, al prossimo rally Il Ciocco, di quella Ritmo, con un Bettega di razza al volante, vuole essere un racconto, in movimento, di questa storia indimenticabile. 

TRADIZIONALE FOTO DI GRUPPO DEGLI ISCRITTI AL CIAR SPARCO 2022 ALLA VIGLIA DEL RALLY

E’ ormai una consolidata tradizione quella della foto di gruppo di inizio anno. Così alla vigilia del rally Il Ciocco, ACI Sport ha invitato tutti gli equipaggi, piloti e navigatori, iscritti al Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2022, al CIR Junior, al Due Ruote Motrici, al Promozione per l’istantanea ufficiale tutti insieme. L’appuntamento è fissato per venerdì 4 marzo alle ore 11.40 presso l’hospitality ACI Sport, posizionata a fianco del palco partenza della gara.

TORNA “TAXI RALLY”, MANIFESTAZIONE BENEFICA, CON IL MOTORSPORT IN PRIMA LINEA

E’ una bella manifestazione di sport e solidarietà, si chiama “Taxi Rally – Parata del Sogno”, si svolge a Puglianella, nel comune di Camporgiano, che patrocina l’evento, in provincia di Lucca, nel cuore del rally Il Ciocco, nel mese di agosto. E’ una giornata di sorrisi e divertimento per tanti bambini, assistiti dalle associazioni Il Sogno e La Grotta, affetti da gravi patologie e seguiti in progetti medico-sanitari molto importanti. E’ una mostra di auto storiche e sportive, ma soprattutto è una parata di macchine da rally, con grandi campioni, ma anche semplici piloti, che offrono il sedile di destra a questi bambini, per una esperienza per loro indimenticabile. “Un patrimonio da tutelare e da mantenere attivo e durevole nel tempo. – spiega Valerio Barsella – Ecco perché, con lo staff del rally Il Ciocco, abbiamo proposto di poter organizzare in futuro questo evento, con l’intento di dargli sempre maggiore valore e rilevanza”.

AL RALLY IL CIOCCO 2022, GIANDOMENICO BASSO E LUCA ARTINO ALLA CACCIA DELLA CINQUINA.

Ha vinto il rally Il Ciocco e Valle del Serchio già quattro volte, Giandomenico Basso. In un arco temporale che va dal 2003 al 2019, il pilota veneto ha centrato il successo, la prima volta, con la Fiat Punto Super 1600 e Mitia Dotta alle note. Ancora con Dotta ha vinto nel 2013, al volante della Peugeot 207 Super 2000 e poi nel 2014 con la Ford Fiesta R5 LDI, alimentata a GPL. Nel 2019 ha invece conquistato il rally Il Ciocco con la Skoda Fabia R5 e Lorenzo Granai a fianco. E quest’anno potrebbe fare un ulteriore passo avanti verso le sei vittorie al Ciocco di Franco Cunico, mentre il record di Paolo Andreucci, con le sue otto affermazioni sulle strade di casa, resta ancora lontano.

Luca Artino è invece il “re” del rally Il Ciocco versione Coppa Rally di Zona o Regionale, come era denominato tempo fa. Quattro anni dopo la sua ultima vittoria, quella del 2017, quarta di una serie consecutiva, aperta nel 2014, torna al rally Il Ciocco e Valle del Serchio. Il pilota pistoiese si presenta con Gabelloni alle note e la Skoda Fabia Evo Rally2 by PA Racing e di certo sarà uno dei candidati alla vittoria, per raggiungere una cinquina record, dopo le due vittorie con la Skoda Fabia Super 2000, una con Giuseppe Tricoli alle note e l’altra con Titti Ghilardi, e due con la Skoda Fabia R5, una ancora con Titti Ghilardi e l’ultima con Andrea Gabelloni.

PROSEGUE LA MOSTRA “STORIE … DI RALLY” A CASTIGLIONE DI GARFAGNANA E A CHIOZZA FINO AL 27 MARZO

E’ stata inaugurata giovedì 24 febbraio e sarà visitabile fino a domenica 27 marzo la mostra fotografica “Storie … di rally”, che si svilupperà in due sedi: la Torre dell’Orologio, a Castiglione di Garfagnana, e presso la ex Scuola Elementare, a Chiozza.   Orario di apertura dalle ore 10 alle ore 19 dal mercoledì alla domenica.  Dopo la grande rassegna del fotografo Massimo Bettiol e la mostra sulla carriera dell’undici volte Campione Italiano Paolo Andreucci, tornano le mostre con argomento “rally” a Castiglione di Garfagnana. Una iniziativa voluta e sostenuta dall’Amministrazione Comunale, che crede che il rally sia un volano importante per l’economia locale e per la promozione del territorio.  La mostra è stata realizzata grazie al contributo degli importanti archivi fotografici di Franco Cunico, Moreno Maffucci e Fabrizio Dovier. 

LE PROVE SPECIALI DEL RALLY IL CIOCCO 2022

Il rally Il Ciocco 2022 “allungato” a 120 km, suddivisi in 12 prove speciali in totale nelle due tappe, consiste nelleprime tre prove speciali in programma nel pomeriggio di venerdì 4 marzo, con la prima tappa che prenderà il via alle ore 14.15 da Il Ciocco Pattinaggio, con arrivo previsto alle ore 19.15 a Il Ciocco Parking 2.

La seconda tappa scatterà sabato 5 marzo alle ore 8.30, con arrivo alle ore 17.00, sempre all’interno della tenuta Il Ciocco, dopo avere disputato nove prove speciali.

Queste, nel dettaglio, le prove speciali del 45° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, cosi come le ha descritte l’esperto navigatore Carlo Cassina:

Shakedown Gallicano-Molazzana

Parte subito fuori del paese di Gallicano, sulla SP 41. Il primo tratto fino a Molazzana presenta una salita con carreggiata medio-larga, dove si alternano tratti tortuosi con tornanti a tratti veloci, dove a fare la differenza sarà azzeccare le traiettorie più redditizie. Spettacolare il primo tornante, a circa 700 metri dallo start.

S.P.S. 1   Sassorosso  km. 2,39

E’ la Power Stage, che assegnerà punti da sommare al risultato finale e che verrà trasmessa in diretta televisiva. E’ il tratto finale della storica Massa-Sassorosso, è interamente in discesa veloce e comprende gli spettacolari tornanti che hanno contribuito a rendere famosa questa speciale.

P.S. 2   Puglianella  km. 8,44

E’ una prova speciale che non veniva utilizzata, nel percorso del rally, da circa 15 anni. Su questo tratto di strada, si svolge la manifestazione di beneficienza “Parata del sogno”. Parte dalla frazione di Vitoio, inizia con una salita leggera e guidata, con alcuni tratti in falsopiano, piuttosto veloci. Sfiora quindi la frazione di Puglianella, dove prosegue un tratto in salita, fino alla località Roggio. Da qui inizia una discesa ripida, molto guidata, fino alla spettacolare inversione sinistra sulla Strada Provinciale di fondovalle, nei pressi della Diga di Vagli. L’ultimo tratto di speciale è largo, veloce e guidato, in leggera discesa.

P.S. 3/6/11   Careggine   km. 19,80

E’ la prova speciale più lunga del rally, una delle più apprezzate “crono” da parte dei piloti e la partenza dista solo 3 km dalla fine della speciale di Puglianella. La prova speciale prende il via dal paese di Poggio, con sede stradale larga e dove la cura delle traiettorie, e non tanto la potenza, porta benefici in termini di cronometro. Si arriva così all’abitato bello e caratteristico di Careggine, con un suggestivo attraversamento tra le case. Il percorso presenta quindi un lungo e veloce rettilineo, che immette in un tratto guidato, in leggera salita, fino ad arrivare ad una inversione a sinistra molto spettacolare e raggiungibile facilmente sia dalla Versilia che da Capanne di Careggine. Dopo il valico del Passo della Foce, inizia una discesa impegnativa, molto tecnica, che attraversa anche l’abitato di Colle, quindi quello di Cerretoli, per arrivare, in conclusione, alla Fortezza di Castelnuovo Garfagnana, sede della fine p.s.

P.S. 4/8/9   Il Ciocco   km. 2,46

Non poteva mancare la tradizionale e sempre spettacolare prova all’interno della Tenuta Il Ciocco, ormai un classico del rally, anche se quest’anno non in veste di Prova Spettacolo. E’ tutta in discesa, parte dalla ex Gabbia dei Leoni, nelle immediate vicinanze dell’uscita del Parco Assistenza allo Stadio e si conclude in zona Garitta, all’ingresso della Tenuta. Spettacolare l’inversione, in prossimità dell’arrivo.

P.S. 5/10   Massa-Sassorosso   km. 7,17

Prova speciale tra le grandi classiche del rally Il Ciocco, molto apprezzata dai piloti, viene riproposta nello stesso format del 2021. Partenza in salita larga, guidata e veloce, fino allo scollinamento dopo la frazione di Casina Rossa, dove inizia una discesa rapida, punteggiata di spettacolari tornanti. Si conclude poco dopo il paese di Massa Sassorosso, non attraversando l’abitato.

P.S. 7/12   Renaio   km. 14,32

E’ delle prove “storiche” del rally Il Ciocco, con partenza presso il bivio per Pariana e con l’intera discesa finale che si conclude in prossimità del torrente Corsonna. La parte iniziale, reintrodotta nel 2019, nel tratto fino al bivio per Tiglio è in leggera salita, carreggiata generosa, adatta alle traiettorie. Alcuni tratti veramente veloci impongono frenate importanti. Alla salita segue un tratto di falsopiano stretto, tecnico e insidioso, con l’attraversamento dell’abitato di Renaio. La prova si conclude con una discesa assai tecnica, con molti tornanti.

Articoli correlati

Back to top button