Home » Slalom » VENANZIO-MORENO: OPERAZIONE SUPERPOWER

VENANZIO-MORENO: OPERAZIONE SUPERPOWER

Ultimato il quattro L nipponico da litro e sei. Il campione italiano in carica sarà allo start di Torregrotta  col nuovo motore profondamente evoluto.

Il monoblocco è rimasto quello arrivato da Vico Equense a Mariano Comense. Ma come pack di manovellismi, mappatura e quindi valori di coppia e potenza espressi, il cuore Suzuki da 1585 cc ha fatto un paio di step molto importanti, verso quote di potenza e coppia significativamente superiori a prima. Non possiamo rivelarne i dati nuovi, per un codice d’onore stipulato con l’artigiano biellese.  

  

Il rischio che Venanzio non potesse correre la sua prima del CIS in Sicilia con la propria sport, è stato così scongiurato: stanotte il nuovo propulsore sarà installato sulla Sr4 titolata, poi partirà subito verso il centro messinese, teatro del primo round del Tricolore Slalom. Era stato proprio il pilota dell’AutoSport Sorrento a vincere la scorsa edizione. Da evidenziare comunque, che il leggero ritardo nelle lavorazioni non dipendeva dalle operazioni succitate. Venanzio aveva già effettuato degli interventi rivelatisi efficaci su freni e sull’assetto sul finire del 2016, nello sprint finale vincente per la conquista del suo secondo titolo italiano.

  

Novità assoluta anche lo scarico alto e centrale collocato alla mezzeria della carena posteriore, prodotto dalla SS Competition di Domenico Loddo. Ottimizzati così soffiaggio aerodinamico inferiore ed evacuazione dei gas esausti.  La nuova livrea invece, proviene dalla carrozzeria Riccio. Insomma, una SR4 profondamente rivisitata per il driver campano, che affila le armi per puntare senza indugi al terzo titolo italiano in carriera.

Francesco Romeo 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PILOTI PER PASSIONE: CIVM E CIS NEL 2020

Nello slalom tricolore di Melfi allo start Antonino Branca, Agostino Fallara e Gaetano Rechichi. Domenico ...