Home » Salita » VITTORIA ASSOLUTA DI MERLI IN CROAZIA

VITTORIA ASSOLUTA DI MERLI IN CROAZIA

La pioggia scompiglia le classifiche. In Gara 1, al momento dello start dei prototipi è iniziato a diluviare.

Christian Merli, al volante dell’Osella FA 30, chiude al quarto posto, mentre, sempre sotto la pioggia battente, domina Gara 2. Per somma di tempi è il dominatore assoluto della gara croata.

La cronaca da Christian

“Abbiamo raddrizzato una situazione iniziata nel peggiore dei modi. In prova, sull’asciutto tutto è filato ala perfezione. Oggi abbiamo faticato moltissimo in Gara 1. Da rilevare che nell’Europeo partono assieme sia le storiche sia le moderne. Gli avversari sono saliti sull’asciutto, mentre quando eravamo incolonnati è iniziata la pioggia. In Gara 2 abbiamo vinto e siamo stati gli unici ad abbassare il crono. Per somma di tempi conquistiamo la quarta vittoria assoluta della stagione”.

La stagione 2016

Quattro vittorie assolute, per nove volte Christian è salito sul primo gradino del podio in Gruppo E2 SS, le monoposto per intenderci ed ha conquistato l’argento in sei appuntamenti.

L’ultimo appuntamento del Campionato Europeo

S’è gareggiato in Croazia nella 35ª Buzetski Dani, 12° appuntamento dell’ European Hill Climb Championship.

Le prove

Nella prima manche prove ufficiali, il portacolori della Scuderia Vimotorsport percorre i cinque tortuosi e tecnici chilometri di gara in 2’23,239. Secondo è lo sloveno Patrik Zajelsnik con la Norma M20 F a 1,441 da Christian, mentre alle sue spalle torna il ceco Miloš Beneš con l’Osella FA 30 a 2,523. Nella 2ª ricognizione, Christian si migliora di dieci secondi. Beneš è dietro a 3,508, mentre Zajelsnik è staccato di 4,353.

La Gara

In Gara 1 il cielo è coperto. Miglior crono per Stefano di Fulvio con la “storica” Osella PA9/90 in 2’22,888. A sorpresa, l’austriaco Schagerl, in gara con la VW Golf Rally, è secondo, mentre il bronzo è dello sloveno Bubnic al volante della Lancia Delta Integrale. Quando iniziano a salire i prototipi inizia a piovere. Sotto il diluvio, Merli è 4°, primo in E2 SS 3000 a 14,207 dal vincitore. In Gara 2, Christian stacca il miglior tempo sull’asfalto umido in 2’31,604. Sul secondo gradino del podio sale Milos Benes con l’altra Osella FA 30 staccato di 5,849, mentre il bronzo è per Fabien Bourgeon al volante della Tracking RC01. Lo dividono da Merli 17,357 secondi. Come detto, il dominatore assoluto dell’ultima prova del Campionato Europeo della Montagna è Christian Merli.

Il podio per somma di tempi

1°Merli (Osella FA 30), 2°Benes (Osella FA 30) a 8,093, 3° Schagerl (VW Golf Rally) a 19,318.

Il calendario CEM

17/4 – 44ª Col Saint Pierre (Francia), 24/4 – Rechbergrennen (Austria), 8/5 – 37ª Rampa Internacional da Falperra (Portogallo), 15/5 – 45ª Subida al Fito (Spagna), 5/6 -Ecce Homo Sternberk (Repubblica Ceca), 26/6 – 55ª Coppa Paolino Teodori (Italia), 10/7 – Limanowa (Polonia), 17/7 – 33ª Dobsinsky Kopec (Slovacchia), 31/7 – Glasbachrennen (Germania), 21/8 – 73ª Course de Côte de Saint Ursanne (Svizzera), 4/9 – 22ª GHD Ilirska Bistrica (Slovenia), 18/9 – 35ª Buzetski Dani (Croazia).     

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PEZZOLLA: MERLI E FAGGIOLI COME IRLANDO E DANTI

Molto preoccupato: questa figura carismatica delle corse in salita, ci ha rappresentato la sua estrema ...