Home » Rally » CIWRC » “Voglio il bis” Luca Pedersoli si prepara al CIWRC 2020 con la nuova Citroen DS3 WRC

“Voglio il bis” Luca Pedersoli si prepara al CIWRC 2020 con la nuova Citroen DS3 WRC

Le parole del campione in carica in vista della prossima esperienza nel Campionato Italiano World Rally Car. Sarà ancora affiancato da Anna Tomasi ma con una DS3 WRC in versione 2016.

Luca Pedersoli conferma la sua presenza nel Campionato Italiano WRC 2020. Il pilota bresciano campione in carica prosegue la preparazione per la nuova partecipazione tra le World Rally Car italiane. L’intenzione, naturalmente, sarà quella di bissare il titolo 2019 insieme alla navigatrice Anna Tomasi. La novità più importante per Pedersoli sarà la vettura, con il passaggio alla versione 2016 della Citroen DS3 WRC con la quale affronterà i sei round in calendario. La stagione 2020 di Pedersoli però potrebbe riservare altre novità interessanti:

Il debutto con la nuova vettura all’Adria Rally Show

“Ad Adria è andata molto bene. Ci serviva come gara test in preparazione della stagione nel WRC ed anche per togliere la ruggine dopo l’inverno di stop. Non abbiamo badato al risultato, ma siamo partiti comunque con il piede giusto per iniziare a prendere confidenza con la nuova vettura. Alla fine è arrivato anche il successo.”

La nuova Citroen DS3 WRC

“La nuova DS3 in versione 2016 è aggiornata alla pari delle vetture con le quali Corrado Fontana e Simone Miele hanno partecipato all’ultimo CIWRC. Si tratta della vettura con la quale Chris Meeke corse il Rallye Monte Carlo nel 2016. Le differenze sono concrete: cambio al volante, motore, ammortizzatori e anche una diversa aerodinamica. Per me si tratterà soprattutto di instaurare il giusto feeling da subito.”

Come cambia il CIWRC 2020

“Quest’anno partiamo con due gare non favorevoli per noi sulla carta: Rallye Elba e Rally del Salento. Mi aspetto una partenza difficile, ma mi auguro di giocarmela fino alla fine. Il CIWRC è sempre un gran bel campionato, con gare di assoluto livello. Mi convince anche la sistemazione dei coefficienti sul calendario 2020. Quest’anno poi ritornerò all’Alpi Orientali dopo quasi 20 anni dall’ultima partecipazione ai tempi del CIR con la FIAT Punto S1600. Sarà emozionante.”

Obiettivi e programmi

“L’obiettivo naturalmente è quello di difendere il titolo. Inizieremo subito con dei test già dai prossimi giorni. Non escludo sorprese e attività extra-CIWRC durante l’anno, ma sono tutti progetti in via di definizione. Presto riuscirò a dire qualcosa in più. Per il momento sto cercando di ragionare sull’eventuale partecipazione al Rally 1000 Miglia, la mia gara di casa alla quale tengo molto, con la Polo R5 o magari con la WRC considerata la presenza della Coppa Rally di Zona. Ma per ora sono solo idee.”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

MS MUNARETTO: CARELLA FA SUO IL CIWRC CLASSE R5

Chiusura di campionato con il botto per Andrea Carella ed Enrico Bracchi, campioni CIWRC classe ...