WEC

WEC | Rovera vince a Spa con la Ferrari all’esordio nel Mondiale Endurance

Il pilota varesino si impone in classe Am con Perrodo e Nielsen sulla 488 GTE di AF Corse nella 6 Ore primo round del FIA WEC: “Auto e squadra perfette, un inizio così non potevo neppure sognarlo, siamo davanti e da ora in poi sarà tutto più difficile!”. Prossimo appuntamento iridato a giugno a Portimao


Alessio Rovera ha vinto la 6 Ore di Spa-Francorchamps all’esordio nel Mondiale Endurance con la Ferrari 488 GTE del team AF Corse. Il 25enne pilota varesino ha fatto subito centro nella classe GTE Am del FIA World Endurance Championship insieme ai compagni di equipaggio François Perrodo e Nicklas Nielsen.

Con il pilota francese e quello danese, Rovera ha condiviso l’intera settimana di azione sul leggendario circuito belga, che lunedì e martedì ha ospitato i test ufficiali e poi da giovedì l’atteso evento che ha inaugurato la stagione 2021 della rassegna iridata. Dopo gli incoraggianti riscontri sul giro e il lavoro di messa a punto della GT numero 83 del Cavallino Rampante svolto durante le prove libere, venerdì pomeriggio l’equipaggio di AF Corse ha colto la top-5 in qualifica e sabato Perrodo ha ben condotto la prima ora di gara, risalendo in quarta posizione. La gestione della corsa è stata perfetta da parte della squadra e Rovera, autore del giro più veloce della categoria e fra le Ferrari in pista, ha presto rimontato la prima posizione e in totale è rimasto in abitacolo per oltre tre ore, prima di lasciare il volante per lo stint finale a Nielsen, che ha appunto tagliato il traguardo in prima posizione di categoria, la ventesima assoluta alle spalle dei Prototipi e alle GTE Pro.

Rovera ha dichiarato dopo Spa: “E’ stata una gara ben condotta dalla squadra, anche se ho tenuto le dita incrociate fino all’ultimo metro! Sapevamo di poter contare su un’auto affidabile e su un ritmo potenzialmente elevato perché il nostro passo è stato buono fin dalle prime libere. Siamo riusciti a concretizzare il tutto e siamo stati bravi a non sbagliare praticamente nulla anche nei frangenti più delicati, tra doppiaggi e full course yellow. Un esordio migliore di questo non potevo neppure sognarlo e invece è realtà. Sono contento soprattutto perché il lavoro svolto per arrivare fino a qui ci ha ripagato in toto. Ora siamo davanti nel Mondiale e ciò significa che fin dalla prossima gara tutto sarà ancora più difficile e che dovremo mantenere la tensione ai massimi livelli come abbiamo fatto qui a Spa, dove tornare al volante di una Ferrari così competitiva è stata un’autentica goduria”.

Il Mondiale Endurance torna il 12-13 giugno in Portogallo con la 8 Ore di Portimao, valido come secondo round stagionale.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker