Home » Salita » WEEK END POSITIVO PER L’AUTOSPORT SORRENTO

WEEK END POSITIVO PER L’AUTOSPORT SORRENTO

Nel Master Tricolore, Gio Di Somma esordisce alla grande sulla pista di Misano, Francesco Lombardo va sul podio nello slalom di Novara di Sicilia, mentre nella Cesana-Sestriere Andrea Grammatico è il re fra le moderne, perlopiù al suo debutto assoluto in una salita.

Tre gare lontane fra loro per tipologia e distanze, ma rese più vicine dal tenore simile dei risultati maturati alle fotocellule.

Alle coordinate geografiche di Misano Adriatico, Gio Di Somma era chiamato al suo battesimo con un’altra delle piste al top della penisola, quella dedicata a Marco Simoncelli. Il giovanissimo aiuto chef di Vico Equense, ha riproposto la stessa avvincente trama dei suoi debutti sulle altre piste più importanti d’Italia, palesando solidità mentale, efficace sinergia con la squadra e velocità istintiva. Doti che negli appuntamenti corsi con la Radical SR4 Evo prima e con la Ligier JS53 di casa oggi, hanno trovato sinora puntuali conferme. Il venerdì e le prime ore del sabato sono state destinate alla conoscenza di una pista non solo per lui assolutamente inedita, ma molto difficile da interpretare. Oltre alla scoperta del percorso, il pilota di Vico Equense doveva anche esplorare il proprio limite sul prototipo francese in condizioni di asciutto, visto che nella sua precedente gara al Mugello non aveva guidato in quelle condizioni di asfalto secco. Il tratto più tecnico della pista romagnola inoltre, richiede non poca attenzione nell’interpretazione. Nelle qualifiche della vigilia, Di Somma è riuscito a costruire un ottimo terzo posto di classe CN2, che valeva il sesto posto generale di schieramento. In gara-1, pagava una partenza un po’ ingenua che lasciava un varco utile ad un suo dirimpettaio di classe, dietro al quale restava incollato fino agli scacchi senza riuscire a sopravanzarlo, ma chiudendo comunque in un’onorevole sesta piazza finale. In gara-2 maturava però la rivincita di Di Somma, che gestiva alla perfezione lo start e aumentava il ritmo in ogni passaggio, fino alla seconda posizione di classe, nonché terza assoluta. Un risultato eccellente, in considerazione del palmarès e della grande esperienza degli altri competitor in gara e del nutrito contingente di 11 vetture sport allo start per la classe CN2. Accumulato il giusto chilometraggio con la Ligier alla vigilia, Di Somma ha quindi capitalizzato al meglio le doti velocistiche personali, sfruttando sapientemente la proficua sinergia con il team biancorosso, prodigo di input preziosi per la costruzione della performances da inizio a fine week end.

In Trinacria, era invece di scena il tradizionale appuntamento con lo slalom di Novara di Sicilia, un classico isolano alla sua edizione 24. Nella partecipata sfida del comune messinese, Francesco Lombardo ha dato una volta ancora il segno del suo straordinario talento, chiudendo al posto tre assoluto dopo 4 anni di lontananza da una vettura sport e su una Radical SR4 da litro e sei, per lui del tutto sconosciuta. Oltre all’ottima posizione finale rende onore al noto Re delle P2, fra i piloti più spettacolari dell’ultimo ventennio, il gap ridottissimo dal vincitore di giornata, più veloce di un solo secondo e mezzo dopo tre manches. Un risultato eccellente per un driver fermo da così tanto tempo e senza trascorsi sulla vettura guidata. Uno score che conferma una volta di più, quanta sintonia trasmettano le compatte barchette sport assistite dall’AutoSport Sorrento.

Alla Cesana-Sestriere invece, cronoscalata dedicata alle auto vintage ma con 35 vetture moderne ammesse allo start, la vittoria è andata ad Andrea Grammatico, bravissimo ad arrampicarsi più rapidamente di tutti fra le vetture sport recenti con la sua Radical SR4-1600, confezionando anche il terzo posto assoluto di giornata. Per lui si tratta di una duplice soddisfazione perché la velocissima gara piemontese, da 130 orari di media sviluppati su 10400 metri, era la sua prima salita in assoluto: Fantastica sensazione aver corso e vinto in una salita, molto molto bella da guidare e con tante vetture prestigiose allo start, specialmente fra le vintage. Una soddisfazione unica, debuttare in una gara senza postazioni e vincerla. Ringrazio di cuore i ragazzi dell’AutoSport Sorrento per i preziosi consigli che mi hanno fornito, decisivi nel farmi settare la macchina più che bene. Grandi, come sempre.

Francesco Romeo
As AutoSport Sorrento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

CHALLENGE FORD MPM, TROFEO DEL LEVANTE: Carlo Casillo in pole sul filo dei millesimi

In una sessione combattutissima, la spunta il veterano di San Giuseppe Vesuviano. Antonio Auricchio segna ...