TCR ITALY

WEEK-END TRA GIOIE E DOLORI PER L’AGGRESSIVE TEAM ITALIA A IMOLA

La quarta prova stagionale del TCR Italy vede la scuderia lombarda centrare uno splendido successo in gara-1 con Kevin Ceccon, poi costretto al ritiro per un guaio tecnico nella seconda manche


Nel mondo delle corse, tra il passare dalla gioia per un meritato trionfo alla delusione per un ritiro inaspettato il passo talvolta è breve. Ne sa qualcosa l’Aggressive Team Italia, protagonista di un week-end a due volti in occasione della quarta tappa stagionale del TCR Italy, andata in scena sull’autodromo di Imola. Kevin Ceccon è infatti stato splendido protagonista a bordo della competitiva Hyundai i30 N TCR, riuscendo a centrare uno fantastico trionfo in gara-1, prima che un guaio tecnico nella seconda prova mettesse anticipatamente fine al sogno di completare nel migliore dei modi il fine settimana sul Santerno.

In ogni caso, la scuderia di Mauro Guastamacchia esce a testa alta e con grande consapevolezza nei propri mezzi dalla trasferta bolognese: il secondo successo consecutivo siglato da Ceccon è stato frutto di un grande lavoro di squadra, che ha consentito al bergamasco dapprima di centrare un’ottima prima fila in qualifica e poi di ottimizzare al meglio il potenziale della vettura nella prima manche di gara. Il percorso di crescita del team è apparso lampante in questa prima parte di stagione, e lo stop verificatosi in gara-2 non contribuirà certo a ridimensionare le ambizioni in chiave-campionato.

Da questo punto di vista, Ceccon affronterà la pausa estiva forte del secondo posto in classifica a soli 19 punti dalla vetta. Una situazione che sarebbe potuta essere ben diversa se le cose avessero funzionato al meglio durante la gara di Domenica, ma che comunque confermano il veloce pilota dell’Aggressive Team Italia come avversario con cui tutti dovranno fare i conti nel rush finale per il titolo. Lo stesso discorso vale per la graduatoria riservata ai team, dove la compagine lombarda punta a recitare un ruolo da protagonista da qui sino al termine della stagione.

Dopo il perentorio successo colto in gara-2 a Vallelunga, la Hyundai di Ceccon si è confermata sin da subito su altissimi livelli anche a Imola. In uno schieramento che vedeva al via la bellezza di 26 vetture, il driver lombardo è riuscito ad ottenere un’ottima seconda prestazione assoluta con il crono di 1:51.073, piazzandosi alle spalle soltanto della ‘guest star’ Mikel Azcona, presente per l’occasione a Imola.


Dopo aver rintuzzato gli attacchi degli avversari nelle prime fasi di gara-1, Ceccon si è subito messo a caccia del leader, sino a quando quest’ultimo è stato costretto al ritiro. Da quel momento, il portacolori dell’Aggressive Team Italia ha preso saldamente il comando senza più mollarlo sino alla bandiera a scacchi, regalando quindi alla scuderia di Mauro Guastamacchia la seconda gioia consecutiva e proiettandolo in testa al campionato.

La seconda manche, svoltasi Domenica 25 Luglio, ha quindi visto Ceccon scattare dalla settima posizione in griglia, per via dell’inversione delle prime otto posizioni prevista dal regolamento. Subito dopo lo start, il bergamasco ha evitato di prendere qualsiasi rischio inutile, per poi lanciarsi in una splendida rimonta che lo ha visto avere la meglio in rapida sequenza nei confronti di Brigliadori, Stefanovski e Baldan. Quando la caccia al terzo gradino del podio sembrava profilarsi all’orizzonte, un improvviso guaio tecnico ha costretto il pilota dell’Aggressive Team Italia a rientrare ai box, dove i tecnici della scuderia non hanno potuto fare altro se non ritirare la macchina.

Mauro Guastamacchia (Team Principal – Aggressive Team Italia):“Chiaramente rimane dell’amarezza dopo un epilogo del genere, soprattutto considerando il grande potenziale che abbiamo messo in mostra nell’arco del week-end. Purtroppo le corse sono fatte anche in questo modo, quindi capita di dover passare dalla gioia del trionfo alla delusione cocente per un ritiro. In ogni caso, questo fine settimana ha confermato le nostre aspettative, viste le eccellenti prestazioni che ci consentono di guardare con fiducia e ottimismo al finale di campionato. Kevin ha fatto un lavoro splendido, ma tutto il team si è comportato nel migliore dei modi: peccato solo che la fortuna non sia stata dalla nostra parte in gara-2. Di certo, non molliamo di un centimetro e ci faremo trovare pronti subito dopo la pausa estiva per giocarci al meglio le nostre carte”.

Kevin Ceccon (pilota Aggressive Team Italia): “Passare dall’essere leader della classifica al dover fare i conti con un ritardo di 19 lunghezze dalla vetta…sicuramente ci lascia con l’amaro in bocca. Ma preferisco guardare ai tanti aspetti positivi di questo fine settimana, nel corso del quale abbiamo confermato in modo evidente gli incredibili progressi fatti in questa prima parte di stagione insieme al team. Imola era una pista che poteva rappresentare un grande ostacolo sulla carta, invece siamo stati in grado in due sessioni di prove libere di trovare il modo per stare al vertice in qualifica e confermarci in gara. Il livello della competizione si sta alzando, ma sicuramente ci faremo trovare pronti al rientro dopo la pausa estiva sempre su questo circuito, quando però ci saranno variabili al di fuori della nostra portata che potrebbero variare gli equilibri. Ma il morale resta alto ed insieme al team continueremo a lottare al meglio delle nostre possibilità”.

L’Aggressive Team Italia tornerà in azione nel TCR Italy in occasione del quinto round stagionale, in programma nel week-end del 3-5 Settembre sempre sul circuito di Imola. La scuderia lombarda, con Mauro
Guastamacchia al volante, sarà invece protagonista nel prossimo fine settimana sul circuito di Magione, con il pilota e team principal lombardo che si presenterà nei panni di leader della Coppa Italia Turismo.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker