Home » Pista » MINI CHALLENGE » Weekend al Mugello da dimenticare per Andrea Bruno D’Angelo con la Mini #77 nel Challenge Italia

Weekend al Mugello da dimenticare per Andrea Bruno D’Angelo con la Mini #77 nel Challenge Italia

Scarperia 16 Luglio 2018. Non è stato fortunato il weekend di competizioni in toscana per il pilota di Ancona Andrea Bruno D’Angelo del team AB Corse, impegnato al circuito internazionale del Mugello con la sua Mini #77 in versione “Lite” del Challenge tricolore.

D’Angelo è stato autore di due rimonte incredibili sia in gara 1 che in gara 2, ma quando si trovava al terzo posto della classifica di classe è stato costretto al ritiro per l’esplosione degli pneumatici anteriori in gara 1 dovuta ad un difetto delle mescole, mentre è riuscito a concludere in quinta posizione in gara 2 per l’intervento in pista della Safety Car. Sotto accusa le coperture Michelin usate nel Campionato, che nella giornata di Sabato hanno costretto la direzione gara a far concludere le ostilità in anticipo con l’intervento della Safety Car per motivi di sicurezza. Infatti gli pneumatici dopo i primi 3 giri sono andati in crisi per molti piloti con diverse uscite di strada dei protagonisti, compreso il ritiro di D’Angelo. Le classifiche della categoria Lite vedono Ugo Federico Bagnasco (Reggio Motori by Dinamic Motorsport) vincere davanti ad Alessandro Suerzi Stefanin (Autostar Group by Team Suerzi) e Thomas Krasonis (Fimauto by V. Team Project), mentre Marco Santamaria ha preceduto D’Angelo e Tronconi.

Il driver marchigiano D’Angelo testimonial della Lega del Filo d’Oro di Osimo, commenta così le competizioni del Mugello: sono davvero amareggiato, gli pneumatici nuovi della mia vettura si sono danneggiati sin dai primi giri, peggio di così non poteva andare qui in Toscana. Questa pista mi piace, veloce e tecnica e si adatta benissimo alle mie caratteristiche, ero proprio a mio agio dopo aver risolto i problemi di assetto del venerdì in prova. Purtroppo in gara dopo una partenza azzeccata ero terzo a ridosso di Suerzi e Bagnasco, i miei diretti avversari, e giravo con i tempi di 2’12” ma già al quarto giro mi sono dovuto fermare per via della distruzione del pneumatico anteriore destro. La stessa cosa è accaduta domenica in gara, ma grazie all’intervento della Safetycar sono riuscito a terminare la mia prova anche con una ruota in meno. Spero di rifarmi dopo la pausa estiva al circuito di Vallelunga.

I prossimi appuntamenti del Mini Challenge 2018: 8/9 Settembre Autodromo Vallelunga Piero Taruffi, 6/7 Ottobre Autodromo di Monza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

TORNA IL MINI CHALLENGE SUL CIRCUITO DI VALLELUNGA: ALESSIO ALCIDI ANCORA IN BAZZICA PER IL PRIMATO, GABRIELE GIORGI ALL’INSEGUIMENTO DI UN NUOVO PODIO

Penultima tappa del Mini Challenge 2018 sul circuito di Vallelunga, dove sabato 8 e domenica ...