Home » Salita » WOLF: AD ASCOLI IL PRIMO STEP EVO

WOLF: AD ASCOLI IL PRIMO STEP EVO

A tu per tu con Maurizio Bellarosa, team principal della factory bresciana. Per noi in anteprima, tutti gli sviluppi previsti per la GB08 declinata al Civm.

Un motore evoluto ogni due gare, come media generale programmata per questa seconda parte di stagione. I problemi accusati a Sassotetto, hanno richiesto del tempo per essere decifrati e debellati ed hanno così fatto slittare di un appuntamento gli step evolutivi previsti per il motore. Una prima configurazione più potente del 4 cilindri turbo, prevista dapprima per la gara di Morano, è stata infatti traguardata allo start di Ascoli, tappa di questo week end del Tricolore Salita. Al Reventino la potenza era stata il tallone d’Achille della Wolf, a causa di un sensore capriccioso. Gara dopo gara la prestanza del propulsore sovralimentato è però cresciuta, sino ad attestarsi oggi ad una potenza di poco superiore a quella della Sport CN di riferimento.

  

Da Ascoli quindi sarà disponibile una maggiore comitiva di horse power per Franco Leogrande, che settimana dopo settimana sta incastrandosi sempre meglio nel meccanismo Wolf Racing: “Abbiamo un pilota di valore, bravo e metodico nel capire il nostro sistema di lavoro particolare. La nostra macchina ha caratteristiche profondamente diverse rispetto a quelle che lui ha guidato finora, pertanto gli è stato necessario raggiungere un minimo di feedback per incrementare le prestazioni. Reputo che a Morano abbia fatto una gara intelligente e concreta. Un ottimo lavoro. Compariamo sempre le sue sensazioni con quelle scaturite dall’acquisizione dati, per integrare l’aspetto umano e quello tecnico ed andare nella giusta direzione. Proverà con noi nei prossimi giorni a Franciacorta, come ha già fatto mio fratello Ivan. Conosciamo il valore del nostro prodotto a tutti i livelli, aerodinamico e meccanico, ma abbiamo scelto di avere un approccio progressivo con le gare in salita. Il nostro cronoprogramma ci permetterà di rendere competitiva anche nel Civm, una macchina già velocissima in tutte le piste del mondo. Ma senza fretta e compulsività. Abbiamo un sistema di lavoro nostro e lo porteremo avanti.”

Non solo motore, ma anche una nuova ala posteriore che aumenterà ancora l’efficienza correlata al diffusore: per quanto la downforce espressa dal progetto GB08 sia già di altissimo livello, occorre settare la macchina per le gare in salita.

Anche al capitolo gomme, ci saranno novità: dalla Trento-Bondone in avanti, arriveranno delle nuove Michelin dedicate. Il costruttore francese è da sempre partner della factory bresciana.

Francesco Romeo

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

NAPPO SALUTA LE BICILINDRICHE

Vendita della sua 500, pluridecorata da Criscuolo e nuovo programma in agenda per il figlio ...