Home » Kart » WSK » WSK Euro Series, la situazione dopo la prima prova
WSK Euro Series, la situazione  dopo la prima prova

WSK Euro Series, la situazione dopo la prima prova

L’apertura della WSK Euro Series a Sarno ha proposto i primi grandi protagonisti e bei duelli per il successo. Il campionato si concluderà il 20 settembre al South Garda Karting di Lonato.


La prima e combattuta prova della WSK Euro Series al Circuito Internazionale Napoli di Sarno ha lanciato ai vertici delle classifiche di campionato i primi protagonisti di questa serie internazionale che ha visto al via campioni e piloti emergenti in lizza con le case ufficiali e i team più quotati. E’ stato un weekend piuttosto duro a causa anche del gran caldo, che non ha impedito però di esaltare lo spettacolo in pista nelle quattro categorie KZ2, OK, OKJ e MINI.

IN KZ2 LONGHI LEADER DELLA CLASSIFICA. In KZ2 si presenta al comando l’italiano Riccardo Longhi, portacolori del team BirelArt, grazie alla sua ottima perfomance dimostrata già nelle manche con il secondo posto alle spalle del vincitore della recente WSK Super Master Series, il finlandese Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega), e poi soprattutto grazie alle vittorie del pilota italiano riportate in Prefinale e in Finale. Longhi (BirelArt Racing/Birelart-TM Racing-Vega) conduce con 110 punti, davanti a Puhakka con 61 punti, tradito da un problema nella partenza della Finale dove ha concluso quarto. Segue a quota 59 punti l’altro pilota di BirelArt, Giuseppe Palomba, anche questi autore di un weekend ad alto livello e terminato sul podio della Finale con il terzo posto. A ruota insegue il francese della Sodikart Adrien Renaudin, con 58 punti, pole position in prova e ottimo interprete della Finale tanto da guadagnare la seconda posizione sul podio. Fra i più veloci anche il francese Jeremy Iglesias (Formula K Racing Team/Formula K-TM Racing-Vega) e l’italiano Alex Irlando (BirelArt Racing/Birelart-TM Racing-Vega). Fuori per ora dalle alte posizioni in classifica, i due piloti del team Leclerc by Lennox, l’italiano Matteo Viganò e lo svedese Viktor Gustafsson, su BirelArt-TM Racing-Vega, con prestazioni di rilievo nelle qualificazioni ma senza poter concretizzare risultati pesanti in finale.

Campionato KZ2: 1. Longhi punti 110; 2. Puhakka 61; 3. Palomba 59; 4. Renaudin 58; 5. Iglesias 29; 6. Irlando 28; 7. Camplese 18; 8. Gustafsson 16; 9. Mollo 12; 10. Marseglia 12.  

GREY SUPER NELLA OK. Nella OK si è portato al comando l’inglese Oliver Gray, con il team Leclerc by Lennox su BirelArt-TM Racing-LeCont, interprete eccellente del weekend con pole position in prova, migliore dopo le manche, vincitore della sua Prefinale e vincitore della Finale. Gray conduce a punteggio pieno con 111 punti. Fra i suoi maggiori rivali il finlandese Juho Michael Valtanen (Pantano Team/KR-Iame-LeCont), secondo nelle manches, vincitore della sua Prefinale, secondo in Finale alle spalle del pilota inglese, e secondo in classifica con 80 punti. In gran forma anche l’italiano Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), in evidenza in prova e in Finale dove è andato a recuperare ben 5 posizioni fino al secondo posto, portandosi terzo in campionato con 57 punti. Molto buona la prestazione complessiva anche per l’inglese Taylor Barnard (Rosberg Racing Academy/KR-Iame-LeCont), incappato in una penalizzazione di 5 secondi in Finale. Barnard è quarto in campionato con 51 punti. All’appello con l’alta classifica manca per ora l’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), ottimo nelle qualificazioni ma per un incidente in Prefinale non ha potuto accedere alla Finale.


Campionato OK: 1. Gray punti 111; 2. Valtanen 80; 3. Antonelli 57; 4. Barnard 51; 5. Vant Hoff 32; 6. Camara 30; 7. Ravenscroft 25; 8. Coluccio 24; 9. Trulli 24; 10. Morgatto 23.

IN OKJ CEPIL E SPINA SUGLI ALLORI. Sfida apertissima nella OK-Junior, dove in testa con 89 punti si è portato il pilota ceco Igor Cepil del team KZ Motorsport, su KR-Iame-Vega, grazie al buon piazzamento nelle manches, alla vittoria nella sua Prefinale e al secondo posto in Finale, ma l’alta classifica è piena di ottimi rivali, a cominciare dal suo compagno di squadra, Alfio Andrea Spina, vincitore della Finale proprio davanti a Cepil e al secondo posto in campionato a soli 5 punti di distacco. A ruota con 80 punti anche il finlandese Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega), terzo in Finale e vincitore della propria Prefinale. Autore di un buon weekend anche l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/Kosmic-Vortex-Vega) quarto in campionato con 53 punti, e l’italiano figlio d’arte Brando Badoer, anche questi con KR Motorsport, velocissimo in prova e in recupero in Finale dopo aver perso posizioni in Prefinale. In classifica Badoer è quinto con 40 punti.

Campionato OKJ: 1. Cepil punti 89; 2. Spina 84; 3. Taponen 80; 4. Slater 53; 5. Badoer 40; 6. Irfan 39; 7. Powell 25; 8. Lindblad 22; 9. Gubenko 18; 10. Gowda e Kucharczyk 17.

NELLA MINI SVETTA NAKAMURA. Nella MINI i giovani campioni non mancano davvero, con una parata di protagonisti internazionali di 17 nazionalità, guidati dal giapponese Kean Nakamura Berta (Team Driver/KR-Iame-Vega) che a Sarno si è preso la soddisfazione non solo di salire sul gradino più alto del podio in Finale, ma di aggiudicarsi il punteggio pieno e il primo posto in classifica con 111 punti. Suo il miglior risultato nelle manches, vittoria in Prefinale e appunto vittoria in Finale, con un successo conquistato al termine di un gran duello con il russo Dmitry Matveev (Energy Corse/Energy-TM Racing-Vega), quest’ultimo in crescendo nel weekend inizialmente compromesso dalla mancata qualificazione in prova. Matveev è riuscito a portarsi in terza posizione in campionato con 60 punti, preceduto dal polacco Jan Przyrowsky (AV Racing/Parolin-TM Racing-Vega) con 70 punti e terzo sul podio della combattutissima Finale. In quarta e quinta posizione in campionato si sono portati lo spagnolo Christian Costoya Sanabria (CRG Racing Team/CRG-TM Racing-Vega) e l’olandese René Lammers (Baby Race/Parolin-TM Racing-Vega), ottimi in Prefinale ma fuori dai punti in Finale.

Campionato MINI: 1. Nakamura punti 111; 2. Przyrowsky 70; 3. Matveev 60; 4. Costoya Sanabria 48; 5. Lammers 37; 6. Bouzar 32; 7. Helias 24; 8. Keeren 23; 9. Monza e Egozi 21.  


A LONATO IL GRAN FINALE. Il prossimo appuntamento finale è in programma per il 14-20 settembre al South Garda Karting dove nella settimana si svolgerà il secondo e terzo round, con un nuovo format che prevede Prefinali sabato 19 settembre e Finali domenica 20 settembre.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rush finale ad Adria per la WSK Open Cup

Rush finale ad Adria per la WSK Open Cup

Disputate tutte le Prefinali della WSK Open Cup del Round 1 e Round 2 che ...