Home » Pista » WTCR » WTCR: GUERRIERI E VERVISCH VINCONO A MACAO, TARQUINI È IL CAMPIONE IN UN FINALE THRILLING

WTCR: GUERRIERI E VERVISCH VINCONO A MACAO, TARQUINI È IL CAMPIONE IN UN FINALE THRILLING

Guerrieri e Vervisch vincono a Macao, Tarquini è il Campione in un finale thrilling

Esteban Guerrieri, Frédéric Vervisch e Jean-Karl Vernay si sono imposti nella WTCR Race of Macau, dove Gabriele Tarquini si è laureato Campione del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO per soli 3 punti*.

Al volante della Hyundai i30 N TCR del BRC Racing Team gommata Yokohama, il “Cinghiale” aveva cominciato vincendo in Marocco. Nonostante una qualifica difficoltosa che lo aveva visto finire fuori dalla Top10, ha rimontato fino al 10° posto in Gara 3 che gli ha consentito di battere Yvan Muller (vincitore del TAG Heuer Most Valuable Driver).

“Nove anni fa volevo fermarmi, lo avevo detto se avessi vinto il titolo perché era il momento migliore – rivela Tarquini – Poi mi sono detto ‘perché dovrei ritirarmi? Voglio correre, ho l’adrenalina a mille, non sono lento e posso giocarmela ancora’. La SEAT smise per poi ricominciare da privata nelle stagioni 2010, 2011, 2012, io passai alla Honda nel 2012. Questa è stata una grande stagione, debbo ringraziare la Hyundai per avermi scelto, il team e i meccanici. Faccio i complimenti a Yvan che ha fatto un grandissimo lavoro, è stato un grande avversario”.

Muller vince il titolo team
Yvan Muller ha perso la bagarre con Gabriele Tarquini, ma pu consolarsi con il successo della sua squadra YMR, che ha sconfitto la BRC grazie ai punti presi da Thed Björk (che l’anno prossimo passerà a Lynk & Co -Cyan Racing). “Come ho detto al mio team, volevo ringraziare tutti vincendo almeno un titolo dato che il prossimo anno correrò con Lynk & Co”.

Huff manca il 10
Rob Huff ha conquistato due DHL Pole Position con la Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing, ma si è portato a casa solo il TAG Heuer Best Lap Trophy.

Guerrieri bissa il successo del Nürburging
Esteban Guerrieri ha superato Rob Huff in Gara 3 resistendo ai suoi assalti, aggiungendo un altro successo a quello del Nürburgring Nordschleife. Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport precedendo Huff, Norbert Michelisz e Muller, con Yann Ehrlacher quinto davanti alla Cupra di Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing).

Vervisch 15° vincitore del 2018
Frédéric Vervisch (Audi Sport Team Comtoyou) è diventato il 15° vincitore del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO, aggiudicandosi Gara 2 davanti al poleman Timo Scheider, superato al Mandarin al giro 3. Terzo Yvan Muller seguito da Kevin Ceccon (Team Mulsanne – Alfa Romeo Giulietta), Esteban Guerrieri ed Yann Ehrlacher.

Le parole dei vincitori
Jean-Karl Vernay, Audi Sport Leopard Lukoil Team, Audi RS 3 LMS (Gara 1): “Sono partito bene, poi speravo nella safety car, che infatti è uscita. Al Mandarin sono riuscito a restare davanti, Yvan era lì con me, ma superare era pericoloso quindi ho preferito aspettare la ripartenza. Nella parte della città vecchia gli altri erano più veloci per via del peso che avevamo, ho sfruttato la velocità sul dritto e non ho commesso errori uscendo più rapido dall’ultima curva. Yvan non poteva prendermi e sono contentissimo per Audi, il team e gli sponsor”.

Frédéric Vervisch, Audi Sport Team Comtoyou, Audi RS 3 LMS (Gara 2): Abbiamo una macchina forte sui rettilinei, sono partito bene superando Ceccon e poi mettendomi dietro a Timo, ma il primo giro è stato difficile. Al secondo ho preso la scia e l’ho superato prima del Mandarin. Grazie alla mia grandissima auto, dopo si è trattato di non fare errori e gestire. Sono contento perché ho battuto due grandi leggende, sono felice anche per il team, è la nostra prima vittoria”.

Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, Honda Civic Type R TCR (Gara 3): “E’ stata una stagione fantastica, sono contentissimo, abbiamo fatto scintille con tutti e lo sapevamo. A volte siamo andati anche oltre il limite, ma correre è così e c’è sempre qualcosa da imparare. Sono contento di aver concluso con il successo a Macao, lo aggiungo a quello del Nordschleife, non potevo chiedere di più. E’ stato un grande anno, sono felicissimo e terzo in campionato. Venerdì ero dispiaciuto, ma non potevo sapere che avrei vinto ora. Mi fa piacere di aver battuto Rob Huff, ho imparato parecchio standogli davanti e l’anno prossimo sarà un’altra grande battaglia. Grazie al team, famiglia e a mia mamma che mi ha sostenuto”.

WTCR OSCARO: i numeri 2018

Vittorie:
5: Gabriele Tarquini
4: Thed Björk, Jean-Karl Vernay
3: Yvan Muller
2: Yann Ehrlacher, Esteban Guerrieri, Rob Huff
1: Mehdi Bennani, Kevin Ceccon, Aurélien Comte, Mato Homola, Norbert Michelisz, Pepe Oriola, Gordon Shedden, Frédéric Vervisch

DHL pole position:
6: Thed Björk
4: Rob Huff
3: Norbert Michelisz
2: Gabriele Tarquini, Jean-Karl Vernay
1: Kevin Ceccon, Aurélien Comte, Gordon Shedden

Giri veloci:
5: Gabriele Tarquini
4: Thed Björk, Jean-Karl Vernay
3: Yann Ehrlacher, Norbert Michelisz
2: Rob Huff, Pepe Oriola, Frédéric Vervisch
1: Mehdi Bennani, Kevin Ceccon, Esteban Guerrieri, Yvan Muller, Dániel Nagy

Giri in testa:
Gabriele Tarquini 73; Jean-Karl Vernay 63; Thed Björk 48; Yvan Muller 32; Gordon Shedden 28; Yann Ehrlacher 26; Rob Huff 22; Mehdi Bennani 18; Aurélien Comte and Esteban Guerrieri 16; Kevin Ceccon 15; Norbert Michelisz 14; Pepe Oriola 10; Gordon Shedden and Frédéric Vervisch 5; Timo Scheider 3.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

WTCR: UNA ANNATA IMPEGNATIVA PER PRIAULX

Andy Priaulx ha appena firmato un contratto pluriennale con Lynk & Co Cyan Racing per ...