Home » Pista » WTCR » WTCR, MACAO, GARA 1: VERNAY VINCE LA BATTAGLIA CON MULLER ED HUFF
WTCR, MACAO

WTCR, MACAO, GARA 1: VERNAY VINCE LA BATTAGLIA CON MULLER ED HUFF

Jean-Karl Vernay ha centrato la quarta vittoria nel WTCR battendo Yvan Muller e Rob Huff in Gara 1 della WTCR Race of Macau.

Il pilota dell’Audi Sport Leopard Lukoil Team ha superato il francese dopo la ripartenza dalla safety car e ha mantenuto saldamente il comando seguito da lui ed Huff, il quale completa il podio.

Il leader Gabriele Tarquini chiude quarto dopo essere partito settimo in griglia e questi risultati significano che Tarquini e Muller si giocheranno il titolo piloti in Gara 2 e Gara 3 di domani, divisi da 33 punti.

“E’ stata una buona gara e sono contento per team e sponsor – ha detto Vernay – Abbiamo lavorato duramente per preparare una buona partenza e dopo la safety car ci speravo. Yvan e Rob mi hanno pressato a lungo e ora mi concentro subito sulle gare di domani, non è finita. Oggi abbiamo vinto intanto!”

Muller era partio meglio del poleman della Sébastien Loeb Racing, Huff, superandolo alla Lisboa, dove anche Vernay si è messo alle spalle l’inglese, mentre Tarquini è risalito subito quarto.

Alla stessa curva c’è stato un contatto tra Frédéric Vervisch (Audi Sport Team Comtoyou) e Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) che ha coinvolto anche Kevin Ceccon (Team Mulsanne, Alfa Romeo Giulietta TCR). Quest’ultimo si è ritirato per via di una foratura, mentre Vervisch e Bennani hanno proseguito. Poco dopo anche Denis Dupont ( Comtoyou, Audi) e Aurélien Comte (PEUGEOT 308 TCR) si sono toccati e la safety car è dovuta entrare per rimettere a posto le barriere.

Ripartenza al giro 3 con Vernay che al “Mandarin” ha superato Muller, mentre Huff ha dovuto chiudere Tarquini. Alla Lisboa altro contatto tra Thed Björk e John Filippi che ha costretto il pilota del Team OSCARO by Campos Racing ad alzare bandiera bianca per i danni alla sua Cupra, mentre lo svedese è scivolato 11°.

Al giro 5, Gordon Shedden (Audi Sport Leopard Lukoil Team), che era partito indietro per una penalità di 10 posizioni, è finito contro le barriere della Police Bend ostruendo il passaggio e quindi è stata esposta la bandiera rossa.

Si è ricominciato ancora dietro alla safety car e Vernay ha difeso la leadership su Muller e Huff, con Tarquini ad accontentarsi del quarto. Muller e Huff hanno tentato di passare, ma le posizioni non sono cambiate.

Quinto Norbert Michelisz (BRC Racing Team) davanti ad Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) che in realtà era in prima fila con la sua Honda Civic Type R TCR. L’argentino ha avuto la meglio di Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing).

Timo Scheider, che partirà in pole position nella griglia invertita di Gara 2, finisce per la prima volta a punti con l’ottavo posto, così come Luigi Ferrara (Alfa Romeo – Team Mulsanne). Completa la Top10 Mat’o Homola (DG Sport Compétition – PEUGEOT).

Björk taglia il traguardo 11°, Vervisch 12° e Bennani 15°.

Fra le wildcard di Macao il migliore è Filipe De Souza, 18° con l’Audi della Champ Motorsport.

Gara 2 della WTCR Race of Macau è in programma domani alle 8;20 locali (1:20 Italia), con Gara 3 alle 11;00 (4:00 Italia).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

WTCR: UNA ANNATA IMPEGNATIVA PER PRIAULX

Andy Priaulx ha appena firmato un contratto pluriennale con Lynk & Co Cyan Racing per ...