Home » Pista » WTCR » WTCR, SUZUKA – GARA 1: GUERRIERI VINCE CON LA HONDA E TORNA LEADER DELLA GENERALE

WTCR, SUZUKA – GARA 1: GUERRIERI VINCE CON LA HONDA E TORNA LEADER DELLA GENERALE

Esteban Guerrieri torna leader del WTCR grazie alla bella vittoria conquistata in Gara 1 della WTCR Race of Japan partendo dalla Pole Position.

Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport è stato perfetto lungo i 2,243km del Suzuka Circuit East Course battendo l’Audi del Comtoyou Team condotta da Niels Langeveld e Tiago Monteiro (KCMG).

“E’ stata una delle vittorie più belle per me – ha detto l’argentino – Era importante per varie ragioni e ringrazio tutti coloro che sono coinvolti in questo progetto”.

Al via, Frédéric Vervisch (Comtoyou Team Audi Sport) era balzato al comando superando Guerrieri, insidiato anche da Langeveld, poi il pilota Honda si è ripreso la leadership.

“E’ stata una battaglia intensa, le Audi erano più veloci e leggere sul dritto e con Vervisch mi sono anche toccato, ma la Honda è come un trattore, molto affidabile! Langeveld ha sbagliato e io ne ho approfittato”.

Per Vervisch è invece arrivata una foratura quando ha preso dei detriti sul dritto al giro 7, costringendolo a fermarsi con ingresso della safety car.

La gara è ripresa al giro 10, con Guerrieri a tenersi dietro Langeveld e Monteiro (che sarebbe dovuto essere in DHL Pole Position, ma incappato in una penalità come altri suoi colleghi).

Al giro 14 anche la wildcard Ritomo Miyata (ha dovuto ritirarsi con la sua Audi, dato che la RS3 dell’Audi Team Hitotsuyama ha rotto il selettore delle marce.

Il tutto si è poi concluso dietro alla Audi R8 safety car per via di un incidente tra Andy Priaulx e Nicky Catsburg: il pilota della Cyan Performance Lynk & Co, 13°, si stava difendendo da quello del BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team, che però lo ha tamponato mandandolo contro le barriere. “Mi ha cacciato fuori!”, ha tuonato via radio l’inglese.

Quarto abbiamo Thed Björk con la prima delle Lynk & Co, poi Johan Kristoffersson (SLR Volkswagen), Jean-Karl Vernay (Leopard Racing Team Audi Sport), Gabriele Tarquini, le Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR di Kevin Ceccon e Ma Qinghua, la Volkswagen della Sébastien Loeb Racing condotta da Rob Huff, Yvan Muller, Yann Ehrlacher, Norbert Michelisz, Catsburg ed Aurélien Panis, il migliore delle CUPRA.

Muller ha rimontato dal 25° posto e resta in corsa per il titolo nella #RoadToMalaysia, con Michelisz che invece scende secondo.

Gara 2 della WTCR Race of Japan alle 10;00 locali di domani, seguita da Gara 3 alle 11;30.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

WTCR | KRISTOFFERSSON NON ESCLUDE LA WILDCARD

Johan Kristoffersson non esclude un suo ritorno da wildcard nel WTCR per il 2020. Lo ...