Gabriele Tarquini è tornato sul podio del WTCR in Slovacchia.

Il pilota della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse in Gara 1 è riuscito a rimontare dal quinto al secondo posto sfruttando le condizioni di umido.

“Come il 90 per cento della griglia siamo partiti con una soluzione mista, lasciami dire la soluzione inglese perché l’ho vista molte volte in Inghilterra. E funziona. All’inizio è stato molto difficile, la mia auto era molto buona, soprattutto nella prima parte della gara. Ho cercato di attaccare perché non sono in lotta per il titolo”.

“E’ la prima volta che posso fare la mia gara senza pensare ai punti e alla strategia, quindi ho attaccato in pieno. Mi è piaciuto molto, soprattutto nella prima parte. Ho cercato di spingere fino alla fine, ma Berthon è stato molto più veloce di me. Aveva un grande distacco e non sono mai stato in grado di metterlo sotto pressione perché in queste condizioni è molto facile commettere errori. La mia strategia era di essere più vicino, ma era impossibile”.

In Gara 2 e 3 l’abruzzese si è invece dovuto arrendere dopo pochi metri per incidenti.