CIVM

ZAMMATARO FA AUTOCRITICA

Ancora un sincero mea culpa per il pilota catanese, che ammette errori strategici personali nel week end ascolano ed annuncia la sua sofferta assenza alla Trento-Bondone. 


Credeva di essere più scorrevole e fluido con le Pirelli gialle, sentiva di potersi esprimere meglio con queste coperture (sebbene il resto del team montare le rosse), ma questa sua scelta in controtendenza lo ha coxndannato invece ad un week end tribolato e deludente alla Coppa Teodori. 

Angelino Zammataro ha insistito a giocare la carta perdente sul tavolo di Ascoli, ricavando delle sensazioni primordiali rivelatesi poi errate per le condizioni di caldo estremo trovate nella tappa marchigiana del Civm, appena andata in archivio. 

ZAMMATARO FA AUTOCRITICA

Aveva voglia di esprimersi ad un livello più alto dopo il suo debutto volutamente conservativo sulla Nova Proto 1150, così come fremeva per essere al via della Trento-Bondone del primo week end di luglio, ma un improvviso ed inderogabile ostacolo lavorativo lo ha estromesso dalla partenza col team Faggioli per l’ambitissima sfida trentina, appuntamento a cui non sarebbe mai voluto mancare. 

Rabbia e delusione che Angelino Zammataro dovrà presto e necessariamente convertire in feroce carica agonistica per alzare la sua quota performance sull’ iper competitiva NP03 da litro e 15, nuova star conclamata fra le ProtoBike dell’ItalMontagna. 


Comunicazione driver Angelo Zammataro 

Back to top button