REGIONALI

ZANDONÀ È PRIMO ASSOLUTO AL MONTI LESSINI

La seconda edizione dello slalom scaligero vede Funny Team salire sul gradino più alto del podio, bene anche Tessari, Quintarelli, Giantin e Grobberio.


Salta il banco alla seconda edizione dello Slalom Monti Lessini, grazie al locale Enrico Zandonà che, al termine delle tre manche di gara, ha centrato il successo assoluto, portando Funny Team sul gradino più alto del podio, su Wolf GB08.

Il pilota di Verona, firmatario anche della migliore prestazione in gruppo E2SS ed in classe E2-SS1150, mostrava i muscoli sin dalle prove ufficiali ed andava a confermarsi vincendo gara 1.

Mancato di un soffio la tripletta, secondo sulla tornata numero due per 1,89 punti e sulla terza per 0,14, il portacolori della scuderia di Abano Terme manteneva comunque la testa della classifica generale, portando in dote uno dei risultati maggiormente prestigiosi per il 2021.

“Quando si vince tutto passa in secondo piano” – racconta Zandonà – “ma non sono stato particolarmente soddisfatto del percorso, sia per la tortuosità ed il numero delle porte presenti ma anche per le condizioni dell’asfalto, a tratti impraticabile. Ad ogni passaggio i rattoppi portavano un sacco di ghiaia in strada. In virtù di questo, già durante le prove, avevo capito che la gara si sarebbe decisa nella prima manche e così è stato. In gara 2, a causa di bandiere gialle, ho alzato il piede ed in gara 3 le condizioni del fondo erano tali da non poter migliorare il mio tempo di gara 1. Per essere la prima volta che utilizzo questa vettura direi che è andata bene. Seguiremo tutto il Trofeo Veneto Trentino e direi che siamo partiti molto bene per ora.”


Se la gioia maggiore a Funny Team è stata regalata da Zandonà non da meno sono stati gli altri quattro portacolori, quasi tutti a podio nelle rispettive categorie di appartenenza.

Regalo della dea bendata, piovuto dal cielo, per Marco Tessari che si è visto premiato con il successo, in classe E2-SH1150, nonostante non abbia terminato neanche le prove ufficiali.

Per il pilota di Vescovana e la sua Fiat 500, motorizzata Suzuki, arriveranno altre occasioni.

Terzo in classe S3, a poco più di un punto dal secondo, per Franco Quintarelli, sulla Fiat 127 Sport con la quale il pilota di Negrar ha sfiorato anche il podio nella generale del gruppo S-S.

Buon piazzamento, quarto di classe A1600 in scia al treno di testa, per Antonio Giantin che, con la sua Opel Corsa GSI, si è affidato all’esperienza tra le porte della patavina Hornet Corse.


A chiudere un bilancio denso di risultati di livello ci ha pensato Jacopo Grobberio, altro pilota di casa che ha portato la sua Peugeot 106 Rallye al secondo posto di classe N1400, mancando il successo per un battito di ciglia, soltanto 1,52 i punti che lo han separato dal bersaglio grosso.

Grazie ad un quintetto d’autore Funny Team ha centrato anche il terzo posto tra le scuderie.

“È stata una trasferta a dir poco impeccabile” – racconta Zoccarato (presidente Funny Team) – “perchè abbiamo portato a casa la vittoria assoluta con Zandonà e ben tre podi, con il peggiore risultato che è stato un quarto posto. Grazie al risultato dei nostri portabandiera siamo riusciti ad ottenere anche il terzo posto nella classifica riservata alle scuderie, a noi sempre molto cara. I nostri complimenti a tutti i protagonisti di questa seconda edizione dello Slalom Monti Lessini, augurandoci che giornate come questa possano ripetersi in tutta la stagione 2021.”

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker